Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 08.00 del 20 Novembre 2017

Il Genoa ha un unico obiettivo, chiudere degnamente il campionato

Il Genoa ha un unico obiettivo, chiudere degnamente il campionato

- Rieccoci

E' un po' che non scrivo, meglio, dopo tutto . Almeno a Burdisso and company non sono fischiate le orecchie. Il Genoa ha fatto negli ultimi mesi male, molto male. Il male oscuro ha lasciato aperte mille porte a mille ipotesi, ora non è tempo di verificarle e trovare la verità, ora è tempo di salvarsi definitivamente, cosa semplice, e finire dignitosamente un campionato divenuto brutto dopo alcune prestazioni belle e che ci hanno resi orgogliosi del club (questo è più complicato). Eviterò parlare dei calciatori, per decenza e del mondo fuori al Genoa, non parlerò nemmeno di sentenze su Izzo, richieste di condanna sullo stesso e arbitraggi, qui siamo direttamente al vomito. Parlare dell'integrità del calcio in Italia è come parlare del valore morale degli scafisti, quindi eviterò parlare anche di questo.

Parlerò del rapporto squadra tifosi, non al Genoa ma ovunque.

Secondo me non ci sono tifosi e tifoserie capaci di fare gol o evitare di subirlo, capaci guidare una partita, cosa che resta a appannaggio di arbitri sistema ghestapo procura federale e giudici dell'amato sport, e. Non ci sono tifosi e tifoserie capaci fare notare ai giudici imparziali, essi va be, di gara sceneggiate vergognose come quelle di Biglia a Genova, di Keita su Laxalt o interventi di mano sulla linea di porta alla Zampano. Nessuna tifoseria può e deve fare vedere cose che chi è in campo non vuole vedere. Così come una tifoseria non può e non deve fare notare a Messina che quando prende le parti di Inzaghi nella gara di Genova, sbaglia nel modo nel merito e nella sostanza. Noi tifosi dobbiamo cantare ballare pagare e stare vicino ai nostri colori, non al Presidente non al Direttore Sportivo non all'allenatore al capitano agli 11 eroi in campo ma stare vicino ai nostri colori alla nostra maglia al club, porgendo l'altra guancia al sistema bacato ,marcio non più credibile di chi governa questo piccolo carrozzone nel grande carrozzone Italia. Il calcio è finito?, si quello che amavo io si e lo è ,da tempo. Ma nessuna paura ci si adatta a tutto, anche a questo calcio. Ho visto che "uomini e donne" nasceva nel 1996, sono 21 anni che va avanti "uomini e donne" volete non vada avanti "questo" calcio?

Va avanti va avanti, con gente cacciata giù dagli stadi,una volta si lanciavano solo motorini, ma i cattivoni sono i tifosi Genoani, e i giocatori Genoani rei di uccidere alla xman con sguardi di fuoco.

Ti danno un rigore contro che non c'è fuori tempo massimo, viene calciato il rigore a tempo scaduto del recupero, e anche i bimbi sanno che in quel caso col rigore o con la punizione finisce il tempo e invece i nostri avversari segnano su ribattuta, c'è gente in campo nella compagine avversaria che avrebbe meritato dai 2 ai 3 rossi e noi dobbiamo leggere di un allenatore avversario che si sente vittima e tv e aia dargli ragione. E noi?. E noi abbiamo menti rossoblu di spicco che scrivono ,ex cantanti e ex comici o avvocati che ci ricamano pure sopra, certo volete mica essere tifosi poco poco political correct o zero onesti intellettualmente?.Essu e Non facciamoci mancare niente. Ma già è vero è che sono io e alcuni amici che siamo vittimisti, in vero ci sentiamo vittime e accerchiate da tutto e da tutti. Questo campionato finirà, ne inizierà uno nuovo, una nuova farsa ,cambieranno solo le faccie degli attori principali, le facce ma non le espressioni e la gomma che le compone.

Martedì 18 aprile 2017 alle 15:25:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News