Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973

Focus Progetto Flood-Serv

La progettazione Europea e la SMART CITY

Focus Progetto Flood-Serv

Le alluvioni sono un tema urgente e lo saranno sempre di più nel futuro. La maggior frequenza degli eventi alluvionali estremi è ormai passata dalla chiacchiera impressionista alla realtà scientifica accertata. Un tempo l’espressione ‘bomba d’acqua’ poteva sembrare la solita esagerazione giornalistica di qualcosa che era sempre esistito; ora è un’accurata descrizione di un fenomeno, non necessariamente nuovo ma più cruciale che in passato.
Un problema particolarmente per Genova, come sappiamo fin troppo bene. La città è storicamente quel che è, costruita nel corso di secoli – furiosamente nei decenni del dopoguerra - e stretta fra mare e monti, innervata da torrenti secchi per gran parte dell’anno e spesso sepolti sotto colate di asfalto e cemento, che però possono riempirsi in un attimo. Le alluvioni ci son sempre state e i più anziani ricordano l’alluvione per antonomasia, quella del 1970. Oggi però le inondazioni, anche se più piccole, sono più frequenti. L’ambiente è lo stesso, tutto sommato; sono cambiate le circostanze atmosferiche e bisogna prenderne atto, elaborando risposte più efficaci alle emergenze e politiche adeguate sul lungo periodo. Data la difficoltà di intervenire radicalmente sul costruito di una città storicamente stratificata come Genova, bisogna trovare altre strade per migliorare la risposta pubblica alle emergenze climatiche. In grande, in riunioni e accordi come quello recente del COP 21 a Parigi, più mirati per le realtà locale alle prese con realtà specifiche.
Di recente, il Comune di Genova ha vinto un bando europeo relativo al progetto FLOOD-Serv, a cui parteciperà insieme alle città di Bilbao (Spagna), Bratislava (Slovacchia), Vila Nova de Famalicao (Portogallo) e Tulcea (Romania) – tutte città che sentono acutamente il problema della gestione degli eventi climatici estremi.
Il progetto, insieme all’altro progetto sul tema della sicurezza urbana in caso di disastri, Harmonise, è basato sullo sviluppo della resilienza urbana mediante l’utilizzo delle nuove tecnologie digitali. Gli strumenti per l’attivazione delle azioni includeranno nuovi software intesi come applicazioni per smartphone e servizi, oppure utilizzando semplicemente app o networks già esistenti quali Whatsapp, Twitter o Facebook per ragionare e condividere tutti insieme la ricerca di nuove soluzioni, procedure e azioni efficaci per reagire all’evento. Sarà possibile mettere in rete le persone di un quartiere che sono interessate negativamente o positivamente da un evento ricorrente, da un interesse comune, dalla necessità di comunicare/interagire in tempi rapidi e senza soluzione di continuità. Tutto ciò può essere ricondotto ad una Emergency Management Console (EMC) che permetta l’interscambio di informazioni fra amministrazione e pubblico. Cruciale è poi la creazione di un database di informazioni storiche sulle reazioni in emergenza e le politiche costruttive messe in atto in passato.
L’applicazione di un servizio pubblico cittadino-centrico, pro-attivo e personalizzato come quello proposto da FLOOD-serv punta a rafforzare il coinvolgimento del cittadino e di sfruttare la potenza collaborativa di reti ICT (reti di persone, di conoscenze e di sensori) al fine di creare una piattaforma collaborativa che collegherà i cittadini, le autorità pubbliche e le altre parti interessate e consentirà al pubblico di essere avvisato in massa in modo che possano essere adottate azioni per ridurre l’impatto e gli effetti negativi dei rischi di inondazione.
Le azioni riguardano la raccolta di conoscenza collettiva del territorio urbanizzato per arrivare così a mappe di analisi dei luoghi e di progettualità, anche di azioni di autodifesa nelle condizioni di rischio, a disposizione dell’Ente per l’intervento diretto o per il coordinamento/patrocinio.

Venerdì 18 dicembre 2015 alle 16:32:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News