Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973

La progettazione Europea e la SMART CITY: Focus Progetto Ele.C.TRA

Il Progetto Ele.C.Tra mira a incrementare l’uso degli scooter elettrici in città

La progettazione Europea e la SMART CITY: Focus Progetto Ele.C.TRA

Genova è stretta fra il mare e i monti, è la città più lunga d’Italia, una striscia di edifici, strade e ferrovie stese lungo la riva e le valli divisa in due dal più grande centro storico medievale d’Europa. Tali caratteristiche non rendono agevole la circolazione ed hanno favorito il massiccio uso di moto e scooter. Non per niente Genova ha, secondo i dati Istat, il maggior numero di ciclomotori e il minor numero di auto immatricolate fra le maggiori città italiane.
Qualsiasi strumento utile a migliorare la mobilità urbana genovese è benvenuto, ma vi sono altri aspetti da considerare, fra cui quelli dell’inquinamento e del riscaldamento globale. I trasporti urbani sono, su scala mondiale, una delle principali fonti di emissione di CO2; in Italia emettono il 49% di tutte le polveri sottili.
L’uso di scooter elettrici potrebbe essere parte della soluzione.
Il Progetto Ele.C.Tra, approvato e finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma Intelligent Energy Europe, mira appunto a incrementare l’uso degli scooter elettrici in città, contribuendo sia al miglioramento delle condizioni di mobilità urbana che alla riduzione delle emissioni di CO2. Il nucleo centrale del Progetto è composto da Genova - città guida e coordinatore, Firenze e Barcellona; fra le altre città coinvolte, principalmente nel Sud dell’Europa, Lisbona, Atene, Zagabria, La Valletta, Skopje, Murcia e Suceava (Romania). Il principale partner industriale a Genova è Tbridge, società di consulenza direzionale attiva nel settore tecnico-trasportistico.
La strada prescelta è stata quella di coinvolgere il mercato attraverso la creazione di un gruppo di supporto nazionale (National Support Group) e la stipula di numerosi protocolli d’intenti finalizzati a mettere in contatto e stimolare i differenti soggetti economici interessati a sostenere l’economia locale: chi produce, vende o noleggia e-scooter; chi realizza punti o servizi di ricarica; i mobility manager aziendali e tutti i soggetti che vogliono promuovere e sviluppare nuove forme di mobilità sostenibile.
Dall’inizio del progetto sono stati ospitati a Genova una serie di eventi dedicati, di particolare rilevanza è stato Innovative Mobility che si è tenuto fra il 13 e il 15 marzo. A Palazzo Verde si sono incontrati i mobility manager delle aziende genovesi e gli interessati del settore elettrico. Al Porto Antico, nel frattempo, grazie a Radio Babboleo, si potevano provare liberamente gli scooter elettrici al termine dell’evento bilancio più che positivo: 300 persone soddisfatte, incuriosite e interessate!
In una prospettiva d’azione realistica, si tratta di incoraggiare gli attori sociali ed economici, e in particolare la cittadinanza, a sperimentare possibilità nuove e creare nuove abitudini, più favorevoli sia all’ambiente che alla città che all’economia.

Mercoledì 18 novembre 2015 alle 10:24:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News