Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.30 del 14 Dicembre 2017

Giornata Qualità e Trasparenza: i vincitori del “Premio Gaslini 2016 - 2017”

Giornata Qualità e Trasparenza: i vincitori del “Premio Gaslini 2016 - 2017”

Genova - L'Istituto Gaslini, costantemente impegnato nel miglioramento continuo della qualità delle cure e della gestione operativa dei propri percorsi assistenziali, ha promosso anche quest'anno la "Giornata Gasliniana della Qualità", allo scopo di valorizzare e diffondere le sperimentazioni più significative condotte in tema di qualità dell'assistenza, della sicurezza e del perfezionamento in campo organizzativo, con l'assegnazione del "Premio Qualità Gaslini 2016 - 2017": tre premi destinati ai migliori progetti di sviluppo della Qualità, portati a termine nel corso dell'ultimo anno.

Si è aggiudicato il primo posto del "Premio Qualità Gaslini 2016 - 2017" il progetto: "Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA) in ospedale: sviluppo degli standard ospedalieri per sostenere e promuovere le competenze dei bambini/adolescenti con vulnerabilità comunicativa e delle loro famiglie" di Ludovica Primavera dell'UOC Medicina fisica e Riabilitazione e Francesca Passano dell'UOSD Psicologia, al quale hanno partecipato Maria Crovetto (IP), Paola Durand (TNPEE), Carla Ferrari (fisioterapista), Sofia Fiscon (TNPEE), Elena Gamberini (Logopedista tesista), Francesca Passano (logopedista), Maria Carla Guenza (Capo Tecnico), Chiara Tacchino (medico fisiatra), Paolo Moretti Responsabile UOC Medicina fisica e Riabilitazione. L'obiettivo del progetto è stata la definizione e implementazione di un modello sistematico di intervento in ospedale per bambini e adolescenti con vulnerabilità comunicativa, al fine di ridurre, contenere o compensare disabilità comunicative temporanee o permanenti, limitazioni nelle attività e restrizioni alla partecipazione di persone con severi disordini nella produzione del linguaggio e della parola e/o di comprensione, attraverso il potenziamento delle abilità presenti e la valorizzazione delle modalità comunicative naturali della persona e l'uso di modalità speciali.

Al secondo posto il progetto: "Sedo-analgesia procedurale al di fuori delle sale operatorie - (N.O.R.A. non operating room anestesia) Organizzazione di un servizio", coordinato dal dottor Giovanni Montobbio resp. UOSD Centro di Anestesiologia e Terapia del Dolore Acuto e Procedurale, al quale hanno partecipato L. Mameli, V. Bosio, L. Palomba, L. Derosas. Il percorso di cura dei bambini in ospedale prevede sovente il ricorso a procedure diagnostico/terapeutiche dolorose o stressanti. E' dimostrato che per molti bambini esse rappresentano il momento più temuto del loro accesso all'ospedale: obiettivo primario del progetto è quello di assicurare una sedazione sicura ed efficace ad ogni paziente che necessità di essere sottoposto a procedure diagnostico /terapeutiche dolorose.

Terzo classificato il progetto "Sport...perché no": un progetto pilota, che potrà essere esteso ad altre UO dell'Istituto e alle case di accoglienza. Coordinato dalla caposala dell'Ematologia Sonia Bianchi, si è avvalso della partecipazione di Carlo Dufour, Sonia Bianchi, Simona Traspedini e ABEO Liguria Onlus, Francesca Riccardi, Claudia Bassi e Giacomo Calimeri, con la supervisione di Andrea Lo Coco, personale medico ed infermieristico dell'UOC Ematologia.
Gli obiettivi che ci si propone di raggiungere sono sostenere un'esperienza attiva del corpo, a fronte dell'esperienza di passività sperimentata con le terapie a cui il paziente si deve sottoporre; sostenere i cambiamenti temporanei o permanenti nel corpo e nelle abilità funzionali per affermare gli aspetti positivi dell'immagine corporea del paziente sfruttando la dimostrazione che l'abilità fisica è legata ed influenza il concetto di sé corporeo, miglioramento della qualità di vita.


Da 10 anni il Gaslini ha intrapreso il percorso di miglioramento continuo per ridurre il rischio di errori e poter erogare cure sempre più efficaci e sicure. Il miglioramento della qualità al Gaslini è partito dall'attivazione della corretta tenuta della documentazione sanitaria per un'esaustiva valutazione del paziente. Estremamente importanti sono il controllo pre e post operatorio delle procedure chirurgiche, con la compilazione della check list delle procedure, il controllo dei rischi, la condivisione della cultura della sicurezza, in un contesto che ponga costantemente al centro il paziente e i suoi familiari.
Fondamentale è il contenimento delle infezioni e l'analisi dell'andamento delle infezioni al Gaslini nel periodo 2012-2016 è molto favorevole, specie nel 2016, che ha visto una riduzione delle proporzioni di infezioni da batteri resistenti soprattutto per i Gram-negativi e gli enterococchi, e un andamento delle ICA (le infezioni correlate alle pratiche assistenziali) in linea con i dati internazionali, considerando la tipologia dell'ospedale. Questi risultati sono stati sicuramente ottenuti grazie allo sforzo di tutto l'Istituto e alle attività del Comitato Infezioni Ospedaliere – Gruppo Operativo, del Laboratorio Analisi – Sez. Microbiologia, a cui si deve affiancare il lavoro della Sez. Chimica-Clinica per il dosaggio dei farmaci nel sangue. Infine si deve considerare la maggiore presenza degli specialisti di Malattie Infettive nei diversi reparti a partire dalla metà del 2015.

Giovedì 30 novembre 2017 alle 18:00:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News