Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 08.00 del 22 Novembre 2017

Morte David Rossi, c'è la svolta. Sequestrati i video delle Iene

Morte David Rossi, c´è la svolta. Sequestrati i video delle Iene

Genova - L'inchiesta genovese sulle indagini fatte dai magistrati di Siena sulla morte di David Rossi, il capo comunicazione del Monte dei Paschi, potrebbe essere a una svolta.

I pm di Genova, il procuratore aggiunto Vittorio Ranieri Miniati e il sostituto Cristina Camaiori, hanno disposto il sequestro di una copia di tutti i filmati originali, i fuorionda e le interviste realizzate per i quattro servizi de Le Iene, sulla morte di Rossi. In quei frame, infatti, ci sono i nomi di quanti potrebbero essere a conoscenza dei presunti festini a cui avrebbero partecipato nomi importanti della magistratura e della politica.

La procura genovese aveva aperto un'inchiesta, al momento per atti relativi e cioè senza ipotesi di reato, sulle frasi dell'ex sindaco di Siena Pierluigi Piccini rilasciate durante la puntata della trasmissione nel corso della quale aveva detto di aver saputo di party ai quali avrebbero partecipato magistrati senesi. Piccini, non sapendo di essere intervistato, aveva riferito alle Iene: "Un avvocato romano mi ha detto 'devi indagare su alcune ville fra l'aretino e il mare e i festini che facevano lì. Perché la magistratura potrebbe anche avere abbuiato tutto perché scoppia una bomba morale'".

L'ex primo cittadino di Siena era stato sentito dai pm genovesi ai quali aveva ribadito i suoi dubbi circa la morte di Rossi, aveva fornito il nome dell'avvocato romano e di un'altra persona che potrebbe sapere, ma aveva fatto una sostanziale retromarcia sostenendo di non essere stato lui a fare i collegamenti tra i festini e le indagini dei magistrati senesi. I pm genovesi dalla settimana prossima inizieranno a sentire una decina di persone informate sulla vicenda "party": si tratta dei nomi fatti da Piccini, ma anche quelli di testimoni i cui nomi vengono fatti nelle registrazioni della trasmissione televisiva.

Un altro fascicolo è aperto per diffamazione, contro ignoti, dopo la querela sporta dai magistrati toscani. Gli autori de Le Iene sottolineano in una nota che ai magistrati genovesi "sarà consegnato tutto il materiale, così come richiesto per legge, ad eccezione di alcune interviste rilasciate da persone che hanno chiesto di garantire il proprio anonimato e per cui vige il segreto professionale". Nella puntata andata in onda ieri sera, inoltre, è stata intervistata la figlia di Rossi, Carolina Orlandi che ha detto: "Quello che è stato fatto fino ad oggi lo definirei viziato. Siamo partiti da un assunto che era quello del suicidio e sono state fatte delle perizie dopo tre anni e mezzo dalla morte. O si parla di suicidio per mancanza di prove, oppure scrivano nero su bianco 'non si può sapere perché noi non abbiamo fatto le indagini'"

Lunedì 6 novembre 2017 alle 22:10:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News