Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 18.45 del 19 Novembre 2017

Movida Genova, Siap: "Il Comune affronta il fenomeno con ronde camuffate"

Movida Genova, Siap: `Il Comune affronta il fenomeno con ronde camuffate`

Genova - "Siamo costretti ad intervenire con forte preoccupazione in merito all'annuncio pubblico dell'Assessore Garassino sulla messa in campo di ronde chiamate 'Angeli della Movida' che dovrebbero operare nel Centro Storico di Genova per garantire la sicurezza nelle serate dal venerdì alla domenica": lo ha affermato Roberto Traverso del Siap.

"A Genova siamo di fronte ad un fenomeno sociale che interessa moltissime città italiane ed europee, che l'amministrazione comunale dovrebbe gestire nell'ambito delle proprie competenze, cercando di garantire la vivibilità della città nel rispetto delle regole amministrative sociale a chi la vive ma come al solito si preferisce scegliere la strada del controllo di polizia, affidandolo a chi non ne ha le competenze - ha proseguito - Il miraggio mediatico delle ronde resta nel DNA di chi ne ha fatto da sempre un cavallo di battaglia anche se da qualche tempo tenta di camuffarlo in tutti i modi, visto che addirittura si vanno a scomodare i Carabinieri in pensione".

"L'aspetto più grave dell'ennesimo lancio mediatico messo in atto dall'Assessore Garassino sta nella disinvoltura con la quale si enunciano progettualità che prevedono l'arruolamento di cosiddetti “steward” pagati con soldi dei cittadini senza capire con quali criteri e competenze saranno scelti. Il SIAP ha il dovere d'intervenire a tutela dei poliziotti genovesi perché sicuramente si vedranno aumentati i propri carichi di lavoro e saranno esposti ad evitabili rischi professionali per andare a togliere dai guai questi “angeli” che, secondo l'Assessore, dovrebbero controllare ai “varchi del Centro Storico” le persone per verificare se portano al seguito alcool o magari stupefacenti".

"Tutto questo senza che la Questura sia mai stata minimamente informata di questo progetto e ci auguriamo intervenga al più presto per fare chiarezza a tutela della categoria. In questo particolare momento storico, la Polizia di Stato con le poche risorse a disposizione per l'attività investigativa, sta attuando sforzi enormi contro il fenomeno dello spaccio di stupefacenti e troviamo paradossale dover distogliere poliziotti da quell'attività per andare a supportare delle ronde che di fatto dovranno essere seguite passo dopo passo", ha concluso.

Giovedì 2 novembre 2017 alle 17:50:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News