Notizie cronaca genova Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.30 del 25 Febbraio 2018

Poliziotti contro l'Isola dei famosi: «Canne, pessimo esempio»

Poliziotti contro l´Isola dei famosi: «Canne, pessimo esempio»

Genova - «Quanto visto ed ascoltato ieri sera, nel corso della trasmissione TV di canale 5 l’Isola dei famosi, ha letteralmente dell’incedibile! Una delle concorrenti del programma ha infatti accusato un altro concorrente di essersi fumato delle canne all’interno di una casa in cui gli stessi erano stati trasferiti prima dell’inizio ufficiale delle puntate. Ancor più preoccupanti, sono state poi le reazioni di alcuni concorrenti che hanno sostenuto che non gli davano fastidio le sigarette, quindi neanche le canne, ribadendo, altri, come ognuno sia libero di fare ciò che vuole della propria vita. Questo esempio palesemente negativo, ingigantito dalla potenziale diffusione mediatica di cui una simile trasmissione inevitabilmente gode, non solo appare quanto mai preoccupante per i messaggi che ne possono recepire i nostri giovani e per i principi di legalità che una TV di tale importanza e diffusione dovrebbe trasmettere alla propria utenza, ma risulta oltraggioso nei confronti di chi quotidianamente compie sforzi fisici, personali, a volte rischiando la propria incolumità, per stroncare i traffici illegali di droga»: lo dichiara Matteo Bianchi, leader ligure del COISP, sindacato indipendente di Polizia.

«Questo è veramente un brutto segnale - prosegue Bianchi attaccando la trasmissione di Canale 5 condotta da Alessia Marcuzzi - da non sottovalutare per i principi di legalità che ogni giorno la nostra categoria difende e tutela con caparbietà. Ciò che è emerso nel corso della diretta TV di lunedì 29 Gennaio, è tanto più sconcertante se si considera che ogni giorno, in tutto il nostro paese ci sono donne e uomini delle Forze dell’Ordine che si battono anima e corpo per debellare il traffico illegale di sostanze stupefacenti e quanto accaduto nella trasmissione, non ha fatto altro che offendere l’operato dell’intera categoria da noi rappresentata!! La droga, in ogni sua forma, non può essere tollerata, celandosi dietro una comoda indifferenza, sostenendo che ognuno della sua vita può fare ciò che gli pare. L’illegalità non può e non deve essere accettata, soprattutto in un contesto con una esposizione mediatica simile».

ACiò che ci meraviglia infatti è il pessimo esempio che è stato dato a migliaia di giovani che erano incollati allo schermo a guardare questo spettacolo che definiremo “stravagante”. Il nostro paese, e questo lo afferma l’Osservatorio Europeo delle droghe, è secondo in Europa per il consumo di cannabis nella fascia d’età che va dai 15 ai 34 anni. Quanto accaduto è assurdo, io spero che vengano presi dei seri provvedimenti nei confronti di coloro che non hanno preso le distanze da tali contenuti e senza condannare l’uso della droga nel suo senso generale - prosegue Bianchi - Noi non entriamo nel merito se il concorrente dell’Isola dei Famosi abbia fatto o meno uso di stupefacenti all’interno di quella casa, ma riteniamo quanto mai deleterio il segnale che è uscito da questa trasmissione», conclude Bianchi.

Martedì 30 gennaio 2018 alle 14:30:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News