Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 22.00 del 22 Ottobre 2017

Restauro Villa Sant'Olcese/ Burlando: "La chiusura della seconda parte dei lavori a metà aprile"

Genova - “E’ in corso l’ennesima tappa del recupero di villa Serra, iniziato da più di vent’anni con il parco, la villa, gli altri compendi, di cui mi sono occupato persino da amministratore comunale tempo fa. Villa Serra è uno dei pochi parchi liguri che ha deciso di far pagare un biglietto di entrata e potrebbe costituire un modello virtuoso di riferimento per operazioni simili”. Lo ha detto oggi, venerdì 23 gennaio, il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando presentando in conferenza stampa dopo la seduta di giunta gli ultimi lavori per il recupero del complesso monumentale di villa Serra e del parco a Sant’Olcese, insieme con l’assessore Angelo Berlangieri. Presente anche il presidente del consorzio villa Serra Michele Cassissa, che ha parlato del numero di ingressi annui al parco, 125 mila, e del costo totale del restauro della villa, degli altri edifici e del parco finora raggiunto, 10 milioni.

Lavori - Gli ultimi lavori sono stati commissionati dal consorzio Villa Serra per un importo complessivo di due milioni 122mila euro, provenienti da fondi statali (un milione 397mila euro), da fondi Por Fesr 2007/2013 (579mila euro) e da fondi propri (144mila euro). La prima parte, iniziata a ottobre 2010, si è conclusa a settembre 2013. La seconda parte si concluderà entro la metà del prossimo aprile.

Restauro - Il programma di recupero di Villa Serra, di proprietà dei Comuni di Genova, Serra Riccò e Sant’Olcese, è iniziato con i fondi statali per l’Expo del 1992. In quegli anni terminò il primo consistente intervento di restauro della villa e del parco. Nel 2007, un accordo di programma stipulato tra Ministero delle Infrastrutture, Regione Liguria, Provincia di Genova e Comune di Genova - che usufruiva di fondi derivanti da un mutuo dello Stato acceso per le Colombiane - consentì di proseguire l’opera di recupero. Iniziarono così i lavori di ristrutturazione e ampliamento dell’edificio Lungosecca, il restauro conservativo delle scuderie ottocentesche e la creazione di un auditorium e un centro ginnico. L’intervento, iniziato a gennaio 2010, si concluse nella primavera del 2012.

Interventi - Nel frattempo erano stati eseguiti altri interventi: un punto di accoglienza e biglietteria, operativo da aprile 2013; la ricostruzione di un rustico per l’area ricreativa, agibile da ottobre 2013 e altri interventi minori (il restauro degli arconi e del ninfeo), terminati a febbraio 2011. Il parco di nove ettari è un esempio di giardino all’inglese e si snoda nella valletta del rio Comago di fronte al gruppo della villa, il cottage Tudor e la torre merlata. Negli edifici restaurati hanno sede gli uffici del Consorzio Villa Serra, le attività seminariali, di catering, la sala mostre e l’albergo-ristorante. Il parco ha caratteristiche botaniche e architettoniche particolari con percorsi, due laghi, alcuni laghetti, torrentelli, una cascata e una catena d’acqua. Il gruppo dei rustici chiamati chalet-latteria, vaccheria, peschiera e “casa del diavolo”, tra il grande prato della villa e la zona alpestre, fa parte dell’impianto romantico del giardino. Nella ex portineria si trova la biglietteria con tutte le funzioni, comprese quelle per i diversamente abili e per i non vedenti. Il rustico originario è stato ricostruito, è composto da due volumi, più un altro a servizio del parco, e ospita i servizi igienici per il pubblico e un magazzino. Al momento, grazie a un cofinanziamento di fondi europei, sono state aggiudicate anche la realizzazione di strutture modulari in legno per il rimessaggio di attrezzature e materiali per l’area spettacoli e per l’area giochi, e le opere relative al muro della ex latteria. Inoltre è stata finanziata la realizzazione di un montascale a piattaforma per il superamento delle barriere architettoniche nell’edificio Tudor. Infine sono stati acquistati alcuni scooter elettrici da dare in uso agli utenti del parco.



Venerdì 23 gennaio 2015 alle 16:20:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News