Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 08.00 del 22 Gennaio 2018

Una cittadina scrive a Bucci: «Abito vicino a Porta Soprana e da un mese mi si allaga casa»

Stefania ci racconta il proprio dramma: «Io prigioniera del meteo»

Una cittadina scrive a Bucci: «Abito vicino a Porta Soprana e da un mese mi si allaga casa»

Genova - «Esattamente dall’11 di dicembre, ogni volta che piove mi si allaga completamente casa». È questa la testimonianza quasi straziante di una cittadina, Stefania, che abita da oramai quindici anni in vico del Fico 21 a pochi passi da Porta Soprana.

«L’acqua esce in continuazione da sotto il muro del bagno. Purtroppo questo è dovuto a dei lavori che il Comune ha commissionato ad Arte ed Arte ha commissionato ad altre due ditte private per la costruzione di un rudere che è stato in vico del Fico per anni».

Un problema emerso di recente, visto che le alluvioni che hanno colpito Genova nel recente passato non avevano causato alcun danno. «Da quando hanno scavato le fondamenta e hanno fatto le tubature nuove del palazzo si sono verificati questi allagamenti. Ogni singola volta che piove mi si allaga la casa per 20-30 ore di seguito».

Una situazione disperata e ingestibile che ha costretto Stefania a farsi forza per segnalare la sua vicenda al primo cittadino genovese, Marco Bucci. «Gli ho scritto una lettera dettagliata, con tanto di foto e filmati. Lui mi ha prontamente risposto e dopo le sue sollecitazioni hanno iniziato a porre rimedio al mio disagio. Fino a quel momento le ditte non se n’erano occupate minimamente».

Da pochi giorni a questa parte è stata trovata una situazione temporanea, per limitare i disagi. «Vedendo oltretutto che l’acqua che mi entra in casa non è soltanto pluviale, ma anche fognaria, hanno deliberato d’urgenza un rimedio a questo disagio e la prossima settimana dovrebbero intervenire. Devo ringraziare per questo il sindaco, poiché è stato lui a smuovere le cose per fare in modo che venisse preso un provvedimento d’urgenza».

«Perché devo pagare Amiu?» si domanda la genovese. Già, perché i danni non sono solo dentro l’abitazione: «Davanti casa c’è un fosso del Comune e potete solo che immaginare le condizioni in cui versa dopo una pesante perturbazione. Morale della favola? Amiu non si cala dentro per ripulire e allora tocca a noi del vicinato farlo. E allora io mi domando: perché devo pagarli?».

«Ho ricevuto molta più collaborazione dagli enti pubblici, - prosegue la genovese - rispetto che dalle due ditte private, che non si sono mai rese reperibili. Dopo miliardi di mail e interventi sia di Arte che del Comune sono riuscita a ottenere un muretto di contenimento nel bagno e delle pompe che scaricano l’acqua nel bidet e nel lavandino. Quando dovevano risolvermi il problema le due ditte private erano in vacanza. Il grosso problema è che ho dovuto aspettare la fine delle loro vacanze, ma ad oggi oltre questa soluzione temporanea non si è ancora visto nulla».

Stefania però per lavoro è chiamata spesso e volentieri ad allontanarsi dalla sua amata Genova. «Mi toccherà pagare una persona per arginare la situazione in mia assenza. Purtroppo ho perso varie opportunità lavorative perché dovevo controllare la situazione. A questo punto non posso far altro che pagare una persona che venga a controllare che la casa non si stia allagando. Quindi è una problematica in più che si è aggiunta, a quelle che già avevo da oltre un mese».

«Fiducia nelle istituzioni? Per adesso sì, e ve lo confesso tra i denti. Voglio vedere quando partiranno i lavori se riusciranno a risolvermi il problema e a non sciogliermi l’unica casa che ho, quello sarebbe fondamentale».

Domenica 14 gennaio 2018 alle 18:04:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News