Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 16.10 del 14 Dicembre 2017

«A Genova si sognava l'America»: uno spettacolo per farvi rivivere quei giorni

«A Genova si sognava l´America»: uno spettacolo per farvi rivivere quei giorni

Genova - Una riproposizione del porto di Genova come punto di partenza di quel sogno americano, che accomunava i nostri avi. Questa l'idea del Comune di Genova e del Teatro Cargo: un viaggio temporale che consentirà ai cittadini di vivere in prima persona quegli anni difficili di partenze transoceaniche.

Ancora presto per dirlo con certezza, ma l'ipotesi è al vaglio del Comune, che sta cercando di muoversi nella direzione più performante. «Come consigliere comunale con delega al Porto e al Mare sto lavorando per regalare alla città questo spettacolo davvero originale» confida Francesco Maresca . «Vogliamo avvicinare al porto i genovesi, e per farlo ci serviremo della nostra storia».

Un tocco di originalità, per rivivere l'aria suggestiva che allietava i nostri progenitori. «Si tratterebbe di uno spettacolo identitario, legato in maniera inscindibile al patrimonio artistico e architettonico della città. Mi auguro che ci venga concessa la possibilità di riproporlo» ammette Laura Sicignano direttrice del Teatro Cargo.

«Il porto di Genova era il punto di partenza non solo dei genovesi, ma di tutti gli italiani. L'emigrazione italiana è stato un fenomeno straordinario che ha portato milioni di italiani in giro per il mondo tra l'800 e il '900. La meta più ambita della rotta genovese era senza dubbio l'America».

Una visione quasi poetica del partire verso l'ignoto. «Non esistevano i mezzi di comunicazione di oggi, per cui dell'America c'era solo un sentito dire. Persone semplici partivano dal nostro porto e il solo fatto di imbarcarsi era una cosa di per sé inusuale. È una vicenda carica di un grande potere evocativo. Tutti noi abbiamo avuto "lo zio d'America" e possiamo ritrovarci in questo scenario».

Qualora dovesse concretizzarsi l'idea, verrà "scomodata" per l'occasione la Langer Heinrich. «Il condizionale è d'obbligo per noi teatranti - ammette la Sicignano -. Già in passato abbiamo realizzato spettacoli su questa gru. Speriamo, e sottolineo speriamo, di poterne realizzare uno nuovo proprio lì».

La maestosa gru "Vecchio Enrico" (così la traduzione) è visibile per la sua stazza (84 metri d'altezza per 2300 tonnellate) dalla sopraelevata, ma non è generalmente accessibile al pubblico. «Una gru paragonabile per dimensioni a questa esiste solo ad Amburgo. Eppure, nonostante rientri nello skyline genovese, non è ben nota a tutti. Speriamo che ci venga concessa la possibilità di farla conoscere - più di quanto già lo sia - perché è strepitosamente bella» conclude la direttrice del Teatro Cargo.

Domenica 3 dicembre 2017 alle 11:28:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News