Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 21.36 del 17 Novembre 2017

"Tutto a suo nome", venerdì al Teatro Strappato di Arenzano

`Tutto a suo nome`, venerdì al Teatro Strappato di Arenzano

Genova - Venerdì 17 novembre alle ore 21 al teatro arenzanese arriva "Tutto a suo nome" di Alessandra Schiavoni, con Andrea Zanacchi.

In scena gli spettatori trovano un uomo che sta seduto du una poltrona e consuma la sua colazione con un'enorme tazza di latte, interrotto da continue telefonate di inopportuni e insistenti venditori.

Tutto quello che lo circonda, compresa la casa in cui vive, è intestato a sua madre, il suo unico "ammortizzatore sociale": il protagonista è un brillante ingegnere di 37 anni, disoccupato e privato di qualunque aspettativa sul futuro, ce si ritrova a vivere in una situazione paradossale e di lucida follia pur di sopravvivere.

La pièce teatrale ruota intorno ad alcune situazioni tragicomiche, come il progetto di suicidio perennemente disturbato dalle incursioni di una vicina invadente, e come la morte della madre, che giace da tre giorni nella cella frigorifera.

"Tutto a suo nome" è un testo adrenalinico che tra situazioni paradossali, momenti comici e attimi di follia disegna il periodo storico che stiamo vivendo, avvicinando lo spettatore al disagio e alla crisi personale a cui può condurre la perdita del lavoro, seppur con leggerezza e ironia.

Cosa o chi salverà il nostro protagonista? Lo spettacolo porta un messaggio finale di speranza, ovvero che al di là di qualunque crisi, la risorsa principale per superare questa impasse è sempre e comunque la collettività.

La regista, Alessandra Schiavoni, si chiede cos'è un uomo senza lavoro, e cosa può arrivare a fare quando viene privato della dignità e della prospettiva di un futuro: «Volevo capire cosa accade a una persona che perde prima il lavoro, poi la casa, la macchina, le relazioni sociali. Un uomo messo alle corde, costretto all'isolamento, dimenticato dalle istituzioni. A cosa può aggrapparsi per ritrovare la forza di andare avanti?».

L'ingresso intero costa 12 euro, ridotto 10 euro, tesserati Fita 9 euro.

Mercoledì 15 novembre 2017 alle 14:30:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News