Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 18.20 del 17 Dicembre 2017

Al Carlo Felice la stagione inizia con "West Side Story" | Video

Al Carlo Felice la stagione inizia con `West Side Story`<span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/videogallery/Carlo-Felice-ecco-la-nuova-stagione-di-1307.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Video</a></span>

Genova - “Tra qualche settimana, completati gli ultimi adempimenti burocratici, dovrebbero arrivare i 13 milioni di euro dei fondi della legge Bray “ esordisce soddisfatto Maurizio Roi, sovrintendente del teatro Carlo Felice, aprendo la conferenza stampa di presentazione della stagione 2017/2018.

La presentazione della stagione teatrale avviene solitamente a maggio, ma è slittata di un mese per attendere l’elezione del nuovo sindaco. Marco Bucci ha però dovuto rinunciare a essere presente per impegni istituzionali ed è stato sostituito dal segretario generale Luca Uguccioni, mentre l’assessora Ilaria Cavo ha rappresentato la Regione. Il programma coniuga innovazione e tradizione “per una stagione che abbiamo pensato colta e popolare, chiosa Roi,da West Side Story a Rigoletto, Norma, poi il grande classico natalizio Lo schiaccianoci, la nuova opera Miseria e nobiltà commissionata dal Carlo Felice alla Lucia di Lammermoor con Andrea Bocelli", solo per citare alcuni titoli.

“Se dovessi fare il punto nave della situazione finanziaria del teatro Carlo Felice, direi che siamo alla svolta del percorso di risanamento – continua Roi – quest’anno abbiamo chiuso il bilancio in pareggio, grazie al sistema delle istituzioni locali che ci hanno dato una mano, in particolare il Comune nel 2016. Questo ci ha permesso di essere fuori dalla tagliola della riduzione dell’attività, della qualità e della natura del teatro. Ora dobbiamo lavorare per consolidare questo risultato. Per questo dobbiamo continuare sulla strada intrapresa come ruolo e funzione, che può essere riassunta così: tutta la musica, la musica per tutti e con tutti. Questo teatro deve essere una casa per ospitare tutta la musica che c’è, e noi con i nostri artisti possiamo fare tutta la musica e la danza che c’è”

"Con queste premesse il Carlo Felice si candida a essere un teatro per tutta la buona musica, non solo dedicato ai melomani. Vogliamo che sia un teatro aperto alla città, alla regione, dove ognuno possa trovare il genere che ama”.

"Il consolidamento della situazione patrimoniale porta come primo frutto la nomina dopo 10 anni del direttore principale di Andrea Battistoni, classe 1987, che porta al Carlo Felice talento, vitalità ed energia. C’è grande attenzione a conquistare il pubblico dei più giovani, addirittura giovanissimi, che dovrebbero trovare nella programmazione del teatro della Gioventù, ceduto dalla Regione Liguria al Carlo Felice, spettacoli adatti al mondo della scuola, per far crescere l’amore per la musica,il teatro e l’arte nelle nuove generazioni".

"Il cartellone della prossima stagione inizia, il 19 ottobre, in maniera inconsueta per un teatro lirico: con un musical, “West Side Story”. “Abbiamo voluto anticipare l’omaggio a Leonard Bernstein – nel 2018 ricorre il centenario della sua nascita – uno dei giganti del ‘900” spiega il direttore artistico Giuseppe Acquaviva. Si passa poi a un titolo della tradizione, così il 6 dicembre è la volta di Rigoletto di Giuseppe Verdi. Un classico natalizio è il balletto Lo schiaccianoci, che rende omaggio a Emanuele Luzzati: sue sono le scene e i costumi. Il 2018 si apre con la Norma di Bellini e a febbraio va in scena Miseria e nobiltà, un’opera nuova, realizzata da Marco Tutino su commissione del teatro Carlo Felice. Il 21 marzo, giorno in cui inizia la primavera, andrà in scena La rondine di Puccini, già in cartellone lo scorso anno ma che non è stata rappresentata per problemi economici. A maggio, quasi in una continuità di trama con La Rondine, ecco La Traviata di Giuseppe Verdi. Il 29 maggio Andrea Bocelli veste i panni di Edgardo nella Lucia di Lammermoor di Donizetti. La stagione si chiude il 14 giugno con il balletto “Don Quixote” di Minkus.

La stagione sinfonica si apre il 27 ottobre nel nome di Paganini: Andrea Battistoni dirige il Concerto n.2 di Paganini con la violinista Anna Tifu, che per l’occasione suona il celebre “cannone” di Paganini. Il 2 novembre Battistoni è sul podio per il Requiem di Mozart mentre l’8 novembre dirige l'esecuzione di pagine di Faurè, Daugherty e Prokof’ev con l’intervento del pianista Emanuele Arciuli. Il 18 e il 19 novembre Fabio Macelloni dirige la violinista Bin Huang (Premio Paganini nel 1994) ed Ernest Braucher nell’ integrale dei Concerti per violino e orchestra di Mozart.
L’11 marzo sul palco si esibirà il pianista Krystian Zimerman, diretto da Grzegorz Nowak. Il 13 e il 14 aprile si svolgono le finali del Premio Paganini.

Giovedì 29 giugno 2017 alle 21:20:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video

29/06/2017 - Carlo Felice, ecco la nuova stagione di opera e balletto


Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News