Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 21.30 del 7 Dicembre 2016

Al Teatro dell'Archivolto sabato "Radiogiallo"

Al Teatro dell´Archivolto sabato `Radiogiallo`
Genova - "Sorpresa. Al posto del consueto spettacolo teatrale, gli spettatori che si recheranno al Teatro dell’Archivolto sabato 3 dicembre alle ore 21 potranno assistere a un ... audiodramma": si tratta di Radiogiallo della compagnia Fonderia Mercury, che da qualche tempo ha dato vita a un interessante esperimento, all’interno di un progetto intitolato AutoreVole: alcuni scrittori italiani, Pino Corrias, Sandrone Dazieri, Andrea Bajani, Massimo Carlotto, Elisabetta Bucciarelli e Carlo Lucarelli - autore del testo proposto adesso a Genova - hanno raccolto la sfida scrivendo una storia originale per un audiodramma, poi diretta e adattata in teatro da Sergio Ferrentino.

Un audio-dramma è una storia concepita espressamente per l’oralità e l’udito, narrata da suoni e parole, da musiche ed effetti sonori che, mixati insieme, costituiscono l’immagine acustica. Una forma d’arte che vanta una lunga e nobile tradizione, con cui si sono confrontati molti grandi autori, da Bertolt Brecht a Samuel Beckett a Orson Welles. Negli audiodrammi teatrali della Fonderia Mercury, ogni spettatore all’ingresso in sala viene munito di cuffie, attraverso cui ascolta ciò che accade in scena, trovandosi totalmente immerso nella narrazione acustica.
Il teatro si trasforma in uno studio di registrazione, con mixer, microfoni, leggii, copioni ed effetti speciali. Così il pubblico vede gli attori muoversi ma allo stesso tempo sente sbattere porte che nessuno ha chiuso e musiche che nessuno sta suonando. Quanto avviene sul palcoscenico è al servizio di un’unica dimensione: quella dell’ascolto. Per gli spettatori è come entrare in uno studio radiofonico mentre è accesa la lucina rossa della registrazione.

In Radiogiallo si va ancora oltre, perché la storia scritta da Lucarelli è ambientata direttamente in uno studio dell’EIAR, l’Ente Italiano per le Audizioni Radiofoniche ai tempi del fascismo. Qui una troupe sta per iniziare la diretta del radiodramma Il mistero del Labirinto, quando arriva un ordine del Ministero della Cultura Popolare, che su direttiva del Duce stesso, intima di cambiare il finale. Attori, rumoristi e regista cercano di trovare lì per lì una soluzione, mentre il microcosmo della radio diventa lo specchio di una realtà sotto censura, nella quale il raccontare è l’ingegnarsi a trovare scappatoie.

Biglietti da 7,50 a 22 euro
Venerdì 2 dicembre 2016 alle 10:30:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News