Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 18.15 del 18 Dicembre 2017

Al via il Festival dell'Eccellenza al Femminile

Al via il Festival dell´Eccellenza al Femminile

Genova - Inaugura OGGI a Palazzo Ducale a Genova nella Sala della Società di Letture e Conversazioni Scientifiche alle ore 16 la XIII Edizione del Festival dell'Eccellenza al Femminile diretto da Consuelo Barilari e intitolato Bon Voyage! (Genova 18 – 25 novembre), con la presentazione de La fioraia del Giambellino, il nuovo giallo della scrittrice e giornalista Rosa Teruzzi, che sarà intervistata da Silvana Zanovello.

Il libro è un vero e proprio viaggio nel "giallo al femminile" con tre investigatrici anomale ma tostissime, tre donne molto diverse tra loro, spesso litigiose, con il talento di mettersi nei guai ficcando il naso nelle faccende altrui: la poliziotta Vittoria, caparbia e non proprio un modello di simpatia, sua madre Libera, fioraia con il pallino dell'investigazione, e la nonna Iole, eccentrica insegnante di yoga, femminista e post hippie. Seguendo le tracce del padre della protagonista Manuela - che non l'ha mai conosciuto, ma in procinto delle nozze decide di voler essere accompagnata da lui all'altare dall'uomo – scatta una sorta di caccia al tesoro di crescente suspense, che condurrà le donne in giro per Milano e nei paesini della Brianza, a rivangare l'oscuro passato della madre di Manuela, custodito nei ricordi e nelle omertà di chi l'ha conosciuta da giovane. Ma sarà il caso alla fine di rivelare la scabrosa verità, oppure no?

Alle ore 17.30 all'Auditorium Eugenio Montale va invece in scena, preceduto dall'intervento del musicologo Massimo Arduino, MIA DOLCISSIMA CLARA. L'ultima note di Robert Schumann. Notturno fantastico per trio, di e con Giacomo Zito, con Chiara di Stefano e Giordano Bonini. Si parte da un dato storico, la sparizione delle cartelle cliniche in cui svariati psichiatri diagnosticavano le più disparate malattie psichiche a Schumann. Vennero fatte distruggere dai famigliari dopo la sua morte, probabilmente nel desiderio di savaguardarne la memoria da una aleggiante follia che era sentita come un'onta da cancellare. Ma chi lo fece? Lo spettacolo parla di Clara Wieck, grandissima pianista e moglie del compositore, che pare nel periodo della degenza di Schumann presso la clinica psichiatrica di Enderlich non fosse mai andata a trovare il marito e avesse addirittura impedito ai figli di vederlo. Accompagnata dall'amico Brahms, Clara accorre al capezzale di Schumann la notte prima della sua morte. E questa notte è proprio quella che va in scena al Festival, oscura e misteriosa come solo la notte sa essere, sfaccettata. Amore e odio, sogni infranti e crudeltà, esperimenti scientifici, una cartella clinica e gli ultimi spartiti, questo e molto altro nell'avvincente racconto romanzato sul mistero della geniale follia di Schumann.

Sabato 18 novembre 2017 alle 12:00:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News