Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 15.10 del 23 Agosto 2017

Castello D’Albertis, da venerdì a domenica "“La mia casa è dove sono”

Castello D’Albertis, da venerdì a domenica `“La mia casa è dove sono”

Genova - Va in scena venerdì 28, sabato 29 e domenica 30 luglio, al Castello D'Albertis – Museo delle Culture del Mondo, lo spettacolo itinerante "La mia casa è dove sono", ultima produzione della Compagnia del SUQ, inserito nel Cartellone MigrArti 2017 del MiBACT.

Ispirato all'omonimo libro di Igiaba Scego, con l'adattamento drammaturgico e teatrale di Emilia Marasco e Carla Peirolero, "La mia casa è dove sono" prevede otto tappe, tra narrazione, musica e danza, per un'esperienza itinerante attraverso gli spazi esterni del Castello e le sale della dimora-museo del Capitano D'Albertis, viaggiatore globetrotter ottocentesco.

Il pubblico - diviso in 3 gruppi, con partenza a cadenza di mezz'ora l'uno dall'altro - verrà condotto alla scoperta di tanti modi di sentirsi a casa anche se si arriva da lontano - la musica, il cibo, il ricordo, le storie della propria terra, le nuove amicizie, il lavoro - sino al momento finale, per ritrovarsi insieme, in una sorta di azione scenica collettiva, pubblico e artisti, nella stessa "casa" delle culture del mondo. Conclusione di un percorso, ma forse inizio di un nuovo sentire.

In scena una ventina di interpreti: da artisti di grande professionalità, quali Miriam Selima Fieno e Aram Kian (protagonista quest'ultimo di un celebre monologo scritto con Gabriele Vacis "Mi chiamo Aram Kian e sono italiano"), le musiciste ucraine Elena Nadyak e Oksana Nadyak, l'attrice genovese Bianca Podestà, e, insieme a loro, artisti migranti o giovani allievi artisti di seconda generazione che hanno partecipato ai laboratori teatrali del progetto e che sono testimoni di tante origini diverse pur se in parte nati in Italia: Iran, Angola, Nigeria, Ecuador, Perù, Repubblica Dominicana, Albania, Libia, Romania. Sono Suada Braho, Pancracio Bungo Lubendo, Enmanuel De La Cruz, Laurentiu Iordache, Alberto Lasso, Angela Osaretin, Carolina Shadi Osloobi, Preci P, Eriomina Shahaj, Karen Tacuri, Melissa Zhingre, Sebastián Zhingre. A guidare i tre gruppi di spettatori giovani guide artistiche: Eleonora Carpi, Pietro Macciò, Francesca Pedrazzi.

La regia è di Carla Peirolero, assistente regia è Alberto Lasso, costumi ed elementi scenografici sono di Elisa Gandelli, consulenza musicale di Laura Parodi. Hanno collaborato alle attività artistiche e formative di Enrico Campanati, Daouda Diabate, Susanna Gozzetti, Emilia Marasco, Omar Rizq.

Lunedì 24 luglio 2017 alle 15:30:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News