Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.15 del 25 Maggio 2017

Così sabato si danzerà contro l'ordinanza, la movida come antidoto alla violenza

Così sabato si danzerà contro l´ordinanza, la movida come antidoto alla violenza

Genova - Se Genova è destinata a diventare un deserto per colpa della fuga di tutti i giovani che hanno visto in questi anni i propri sogni spegnersi, (180.000 negli ultimi quarant'anni) c'è ancora qualcuno che non vuole perdere la speranza.

Perché questo esodo?
“La causa sono le politiche comunali degli ultimi decenni che hanno ammazzato la movida - spiega Daniele, ideatore dell’evento - Calare dall'alto provvedimenti che rispondono solo alle richieste di una fetta di cittadini, ignorando totalmente le esigenze di chi il Centro Storico lo vive ogni weekend non può essere una soluzione”.
Ed è proprio da questo desiderio di mostrare come la movida possa essere l'antidoto alla pericolosità sociale del centro storico che nasce l'esigenza di "danzare contro l'ordinanza". Ma come si danza contro l'ordinanza? E' semplicissimo, attraverso un corteo itinerante nei luoghi della movida, con concerti nelle maggiori piazze, da San Lorenzo a piazza delle Erbe, e dj set durante gli spostamenti.

Candidati
L'evento aveva già proposto una prima edizione a Febbraio che aveva raccolto per le vie del centro tantissimi giovani. Sulla scia d'entusiasmo creata, arriva domani il secondo round che si presenta con una novità: durante l'evento saranno presenti anche i candidati sindaco che parteciperanno ad un dibattito alle 18.30 sui temi della manifestazione: movida, giovani, centro storico. Già confermata la presenza di Marco Bucci, Marika Cassimatis e Luca Pirondini.
“Vogliamo capire che intenzioni hanno i candidati sindaco per il futuro della città - continua Michele Arena, consigliere dello storico locale Quaalude e co-organizzatore dell’evento - e vedere se sono disposti a cercare delle alternative all'attuale regolamento che tanto ha danneggiato gli esercizi nell'area colpita dall'ordinanza.”

Ma chi ha organizzato tutto questo?
Si tratta di un collettivo di ragazzi con idee politiche diverse ma con l'obiettivo comune di far luce sulle criticità che comportano provvedimenti repressivi come l’ordinanza. Un collettivo che ha come punto fermo quello di lasciare le strade più pulite di come le ha trovate. Nell'ultima iniziativa infatti una task force di giovani armati di bidoni dell’Amiu ha ripulito le vie fino alle 4 del mattino. “Nessuno vuole la «movida da bere», quella che affoga i giovani nell'alcol - conclude Giovanni Bonometto del Parteciparty - Noi pensiamo che la movida, se giustamente indirizzata, possa diventare un’opportunità per la città, dall’intrattenimento per i giovani attraverso un’offerta culturale di valore, all’indotto economico per i commercianti del Centro, che con energia appoggiano l’evento".

Programma
Alle 20 partirà il carro che inizierà il suo percorso verso le vie del centro fino ad arrivare intorno alle 23 in piazzetta Negri. Nelle piazze si esibiranno artisti come Malvezzi Live, Wrong Side e Cartabianca. La festa poi continuerà all’interno del Quaalude, locale in prima linea in questa protesta.

Venerdì 19 maggio 2017 alle 14:00:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News