Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 19.20 del 5 Dicembre 2016

Dal 26 ottobre al 6 novembre "Eurydice"

Dal 26 ottobre al 6 novembre `Eurydice`
Genova - Debutta mercoledì 26 ottobre in Prima Nazionale Eurydice, di Jean Anouilh, la nuova produzione del Teatro della Tosse con la regia di Emanuele Conte. Lo spettacolo resterà in scena fino al 6 novembre (inizio 20.30, domenica ore 18.30, lunedì riposo).

Lo scorso maggio il regista Emanuele Conte aveva già affrontato il mito di Orfeo con Orfeo Rave, alla Fiera del Mare, un grande spettacolo a stazioni che affrontava il mito attraverso il linguaggio della prosa, della poesia, della musica e della danza. Proprio nel corso della lavorazione di Orfeo Rave, Emanuele Conte ha maturato la convinzione che l’indagine su un mito tanto sfaccettato come quello di Orfeo non poteva esaurirsi in un solo spettacolo, e ha pertanto deciso di proseguire lo studio, questa volta sul palcoscenico. Senza rinunciare alla potenza visiva e alla contaminazione dei linguaggi che caratterizzano il suo lavoro di regista, tornando in teatro Emanuele Conte ha sentito il bisogno di restituire centralità alla parola, scegliendo per questo il testo Eurydice, di Jean Anouilh, drammaturgo francese con cui si era già confrontato per la messinscena di Antigone.

Ancora una volta la protagonista della rilettura di Anouilh è una giovane donna, che contiene in sé tratti di modernità straordinari per il personaggio di un dramma scritto nel 1941. Eurydice è una donna moderna, libera, capace di far convivere dentro di sé il disincanto e l'innocenza. All'inizio del dramma ha già amato, non è più una ragazzina, è un'attrice di giro che non ha permesso alle convenzioni della società borghese di impedirle di conoscere molti uomini, a volte con leggerezza, a volte per necessità, a volte all’inseguimento di una figura paterna di cui sente la mancanza, a volte - e questo è il caso dell’incontro con Orfeo - alla ricerca di un istante di assoluto.
Il personaggio di Orfeo, almeno per le ventiquattro ore in cui si consuma la loro straordinaria passione, rappresenta proprio questo amore ideale. Nel dramma di Anouilh è Orfeo ad aderire più di tutti gli altri personaggi al mito. Orfeo è un violinista che spreca il suo talento accompagnando il padre, arpista squattrinato, a suonare in locali di terz’ordine. Ma soprattutto Orfeo è un poeta, si esprime e pensa per immagini, ed è proprio questo che rende impossibile l’amore tra lui ed Eurydice, personaggio molto più concreto, consapevole, conscio del fatto che l’amore, come tutti gli ideali, non può che consumarsi in poche ore.
Mercoledì 19 ottobre 2016 alle 14:30:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News