Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 13.30 del 16 Dicembre 2017

Teatro Akropolis, giovedì "Morte di Zarathustra"

Teatro Akropolis, giovedì `Morte di Zarathustra`

Genova - L’ottava edizione del festival Testimonianze ricerca azioni, organizzato da Teatro Akropolis con la direzione artistica di Clemente Tafuri e David Beronio, prosegue con lo spettacolo prodotto da Teatro Akropolis, Morte di Zarathustra, che va in scena nella sede di via Mario Boeddu 10, a Sestri Ponente, sabato 8 aprile alle ore 20 (prima della festa a Villa Rossi) e giovedì 4 maggio 2017 alle ore 21. Ne sono autori e registi Tafuri e Beronio, mentre gli interpreti sono Luca Donatiello, Francesca Melis, Alessandro Romi e Felice Siciliano.

Morte di Zarathustra è uno spettacolo in continua evoluzione, in cui si esprime la ricerca portata avanti ininterrottamente da Clemente Tafuri e David Beronio. Si tratta di una performance ispirata al pensiero di Friedrich Nietzsche, autore di Così parlò Zarathustra, e in particolare alle sue scoperte sul coro ditirambico. Il coro ditirambico porta dritti a un tempo in cui la razionalità non si era ancora impadronita dell’espressione. Siamo prima della nascita della letteratura, prima della nascita dei generi, prima che il teatro diventi dialogo e azione, prima della comparsa dei personaggi. Cioè quando gli uomini si esprimevano spinti da un’energia che non chiedeva di essere necessariamente compresa, ma doveva essere agita attraverso il canto, la danza, le parole, in un’espressione collettiva dove nessuno di questi aspetti prevaleva sull’altro. Senza gerarchia, ma seguendo una pulsione vitale insopprimibile. Il coro e la danza ditirambici, in nome di Dioniso, avevano una componente rituale e mitica. Costituivano un’esperienza originaria di cui questo spettacolo ricerca la potenza. Morte di Zarathustra è uno studio sull’origine del teatro. Le figure che propone sono familiari ed estranee al tempo stesso, perché non fanno appello alla memoria individuale o agli studi dello spettatore, ma a una memoria ancestrale, condivisa dalla coscienza di ognuno, perché propria di una cultura profondissima e dimenticata. La tragedia classica trae origine dall’esperienza straordinaria del coro ditirambico, di cui esistono poche tracce e di cui in genere il teatro non si occupa. Ma nel tentativo di ricontattare le sue origini più misteriose e remote si può immaginare qualcosa di nuovo, che non ha mai smesso di essere indispensabile.

Info e biglietteria Teatro Akropolis - Via Mario Boeddu 10, Genova, Sestri Ponente

Sabato 29 aprile 2017 alle 16:05:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News