Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 22.00 del 25 Settembre 2017

Ilva, sindacati divisi sul vertice di Roma

Ilva, sindacati divisi sul vertice di Roma

Genova - Il vertice che si è tenuto ieri al Ministero dello Sviluppo Economico con il ministro Calenda sullo stabilimento Ilva di Cornigliano è stato valutato da Fim, Fiom e Uilm Genova in modo differente.

Poca chiarezza - “ Siamo insoddisfatti perché il governo non è stato chiaro – ha affermato Bruno Manganaro della Fiom Cgil Genova - Da un lato non ha detto che l'accordo di programma non vale più, ma dall'altro non ha nemmeno detto il contrario rinviando tutto al prossimo confronto del 20 luglio. Convocheremo l'assemblea dei lavoratori e decideremo cosa fare", ha concluso Manganaro.

Sostegno all’Accordo di programma - Pareri diversi dalla Fiom Cgil sono arrivati da parte degli altri due sindacati. La Fim Cisl, per bocca del suo segretario generale della Liguria Alessandro Vella, ritiene l’incontro “importante per la conferma degli impegni del governo rispetto all'accordo di programma, ma soprattutto propedeutico a quello del 20 luglio prossimo al ministero, quando si aprirà il confronto di merito con Mittal sulla declinazione del piano che vede coinvolti tutti i lavoratori di Ilva e dal quale potremmo chiarire quali ricadute industriali coinvolgeranno il sito di Genova". “Sulla situazione dello stabilimento Ilva di Cornigliano in cui lavorano circa 1600 persone il governo non ha messo in discussione l'accordo di programma del 2005, ma è la società acquirente che deve dare la garanzia che verrà applicato anche in futuro – ha proseguito Antonio Apa segretario della Uilm di Genova – E’ positivo che le istituzioni siano vigili ma altresì importante sono le dichiarazioni da parte del ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, sul fatto che l'approccio all'accordo possa avere delle conseguenze sia positive che negative ma che tutto dipenda dalle risposte dell'azienda, bisognerà quindi discuterne con la nuova proprietà nei prossimi tavoli di confronto locali", ha concluso Apa.

Mercoledì 5 luglio 2017 alle 09:30:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News