Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 19.10 del 19 Novembre 2017

Nodo ferroviario, sindacati: “7 anni di lavoro e progetto a oggi realizzato al 40%”

Nodo ferroviario, sindacati: “7 anni di lavoro e progetto a oggi realizzato al 40%”

Genova - “L’opera del nodo ferroviario, condivisa da tutta la comunità, genovese, interamente finanziata nel 2009 con un ribasso all’asta del 25%, ha subito in questi sette anni, otto varianti e circa un centinaio di modifiche tecniche. Il saldo dei lavori di dice che oggi è stato completato solo il 40% dell’opera”: lo hanno dichiarato Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil Genova.

Costi - “La forza lavoro impiegata è stata composta da 79 lavoratori, tra tecnici e operai. Committente Rfi, impresa aggiudicataria Consorzio Eureka, impresa esecutrice Consorzio Fergen. Nel novembre 2016 Fergen è andata in liquidazione dopo un lungo contenzioso con Rfi, causato anche da costi insostenibili per il conferimento delle terre di risulta fuori dal cantiere”.

Interventi - “Il progetto – hanno spiegato i sindacati – prevede potenziamento, adeguamento tecnologico e razionalizzazione del nodo genovese con riferimento alle esigenze del bacino portuale e alla “specializzazione” dei flussi di traffico. Gli interventi finanziati e avviati riguardano: lo spostamento a mare della linea costiera tra Voltri e Pegli, la costruzione della bretella di Voltri tra la linea del Ponente e quella di Ovada e dei Giovi, la specializzazione a servizio metropolitano della linea dei Giovi, il quadruplicamento della linea Voltri-Principe, il sestuplicamento tra Principe e Brignole con l’adeguamento Genova Terralba e l’aumento del 20% dei treni del trasporto regionale previsti da inizio 2016”.

Appalti - “Il 7 dicembre 2016, a seguito di un vertice in Prefettura, Rfi ha assicurato alle parti sociali che individuerà una clausola sociale per i 79 lavoratori, impegnandosi ad inserirla nella nuova gara d’appalto. I lavoratori Fergen hanno terminato la cassa integrazione in deroga il 20 giugno scorso e sono di fatto licenziati. Per questi addetti il sindacato ha chiesto l’inserimento temporaneo in altri cantieri edili di Rfi zona Liguria-Piemonte o in alternativa l’impiego nell’ambito della sicurezza del cantiere dello stesso Nodo Ferroviario. Dopo tre incontri in Prefettura, Rfi ha annunciato di non potere soddisfare le richieste del sindacato. Questa città ha la necessità e il diritto di avere infrastrutture moderne, sicure e realizzate in tempi certi. Chiediamo che Rfi venga chiamata a finanziare un Fondo di solidarietà per interventi socialmente utili organizzati dal Comune di Genova atto all’impiego di lavoratori di Fergen licenziati Si risponderebbe così agli errori progettuali delle assegnazioni al massimo ribasso e dei ritardi dell’opera con i conseguenti disagi alla città di Genova e alla sua economia”.

Giovedì 6 luglio 2017 alle 16:15:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News