Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 17.25 del 24 Novembre 2017

Porto: Spinelli amplia le sue aree operative acquistando l’80% di Terminal Rinfuse Genova

Porto: Spinelli amplia le sue aree operative acquistando l’80% di Terminal Rinfuse Genova

Genova - Il gruppo Spinelli acquista da Italian Coke l’80% di Terminal Rinfuse Genova, società terminalistica che ha in concessione un’area sotto la Lanterna da circa 160’000 metri quadrati adibita finora allo sbarco di carbone e altre merci.

Terminal - Un’attività andata progressivamente riducendosi (complice anche la chiusura della vicina centrale Enel del porto) e che, per effetto anche del concordato preventivo nella quale è rimasta coinvolta Italiana Coke, ha offerto a Spinelli e soci la possibilità di mettere a segno un’acquisizione che porterà a una riconversione del terminal. E’ inoltre già previsto che una quota venga ceduta al Gruppo Msc interessato ad ampliare gli spazi operativi del vicino terminal di Calata Bettolo (operativo dal 2019), così come dall’altra parte potrà espandersi il Genoa Port Terminal; i depositi petroliferi del Gruppo Pir potrebbero trovare spazio sulle aree del Terminal Rinfuse Genova ma la questione prevede il coinvolgimento anche del Comune di Genova e un trasferimento delle attività dalla zona di Multedo. Il gruppo aveva anche raggiunto poco tempo fa il prolungamento della concessione fino al 2054 al Genoa Port Terminal dall’Autorità di Sistema Portuale genovese a fronte di un piano d’investimenti da 182 milioni che prevede nuove attrezzature e persino il tombamento dello specchio acqueo di Calata Inglese.

Innovazioni - Apparentemente anche il progetto della Piattaforma Europa di Livorno (nuova infrastruttura portuale dedicata in una prima fase alla movimentazione delle grandi navi portacontainer e in una seconda fase ai traffici di rotabili) sembrerebbe rientrare nei piani, ma ad oggi la questione è rimandata a causa della proroga a settembre dei termini per la presentazione delle manifestazioni di interesse. Nel frattempo l’Autorità portuale locale ha dato il via ad una revisione del progetto di concerto con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Lo scopo, si legge in una nota ufficiale del dicastero, riguarderebbe dei miglioramenti legati alle “importanti innovazioni normative introdotte negli ultimi due anni in materia di portualità ed opere pubbliche, prime fra tutte la riforma della normativa per i dragaggi ed il nuovo Codice Appalti” che “offrono una importante opportunità di rilettura di alcuni significativi aspetti del progetto al fine di ridefinirne modalità e tempi di realizzazione”. In ogni caso Ministero e Autorità lavoreranno anche ad una revisione che renda il progetto della Piattaforma Europa più facilmente realizzabile con costi e tempi maggiormente contenuti, data l’onerosità dell’investimento.

Martedì 27 giugno 2017 alle 13:00:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News