Notizie cronaca genova Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.30 del 25 Febbraio 2018

Antifascisti aggrediti, Lista Crivello: «Prendere le distanze dai violenti»

Antifascisti aggrediti, Lista Crivello: «Prendere le distanze dai violenti»

Genova - «Condividiamo a pieno il comunicato di condanna diffuso dall’ANPI Genova a seguito dell’aggressione di venerdì sera di militanti di CasaPound. Abbiamo apprezzato le dichiarazioni del Capo della Procura, Franco Cozzi e riaffermiamo con determinazione che l’unica risposta alle minacce fasciste deve essere unitaria, a partire dalle istituzioni ad ogni livello, comunale, regionale e nazionale»: così i consiglieri del Gruppo Consiliare Lista Crivello.

«Quest’oggi si leggono dichiarazioni da parte di molti rappresentanti, alla vigilia della discussione in Consiglio Comunale sugli spazi pubblici da non concedere a coloro che con comportamenti fascisti, razzisti, omofobi non garantiscono il rispetto della Costituzione.
Il Sindaco Bucci ed il Presidente Toti, ci invitano a condannare la violenza di qualsiasi colore.
Vogliamo ribadire che a Genova la sinistra ed i progressisti hanno sempre respinto ogni forma di violenza. Nei prossimi giorni la città ricorderà l’assassinio di Guido Rossa, simbolo di una condanna netta contro le Brigate Rosse».

«Ciò che colpisce di questo Sindaco e di questa maggioranza è la difficoltà, se non il rifiuto, nel
prendere atto che l’antifascismo è un diritto costituzionale e che tutti hanno il dovere istituzionale di difenderlo, sostenerlo, incoraggiarlo- hanno aggiunto - il Sindaco, deve condannare con forza le aggressioni e le minacce fasciste, senza mai scordare che
Genova è medaglia d’oro della Resistenza, inoltre ha l’obbligo politico e morale, di prendere le
distanze, senza esitazioni, da chi usa violenza come CasaPound per intimidire ed attaccare la
democrazia. Basta con questo atteggiamento che tende a considerare certe organizzazioni e i loro militanti come “pochi ed innocui nostalgici”, fingendo di non capire che siamo dinnanzi al nuovo volto del fascismo nel 2018».

«Quando avremo l’occasione, ci confronteremo se alcuni episodi sono imputabili o meno al clima politico, oggi le istituzioni con il Sindaco in testa, devono respingere tutto ciò che è violento e antidemocratico e considerare l’antifascismo non un scelta di parte, bensì un baluardo di tutti coloro che si riconoscono nella Costituzione italiana», concludono.

Lunedì 15 gennaio 2018 alle 16:00:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News