Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 15.30 del 24 Novembre 2017

Ariotti: "Si trovino soluzioni immediate per il caso Giuseppe"

Ariotti: `Si trovino soluzioni immediate per il caso Giuseppe`

Genova - "Venendo a conoscenza della situazione di "Giuseppe", l'anziano senzatetto che dorme sotto ad un ponte a Genova nella zona di Staglieno, ci attiveremo affinché si possa trovare una soluzione dignitosa. Certo non è semplice affrontare queste problematiche, spesso dovute a svariate motivazioni, ma le fasce più deboli della società devono poter contare su fondi di solidarietà importanti. Il sistema attuale non consente di affrontare nella maniera che vorremmo queste situazioni, e sono sempre più frequenti in Italia casi come quello di Giuseppe; le cause sono molteplici e vedono tra I principali colpevoli le scelte che si sono fatte negli anni per quanto riguarda il settore del sociale ma non solo": lo ha dichiarato Fabio Ariotti
Consigliere comunale Genova.

"Anche la legge Fornero ad esempio ha creato nuovi poveri, persone che si sono ritrovate senza una retribuzione mensile, giovani che non possono avere un posto di lavoro, per non parlare della pressione fiscale che nel nostro paese è tra le più alte in Europa: quindi un cane che si morde la coda - ha proseguito - Con un sistema fiscale autolesionista e leggi che vanno nella direzione opposta rispetto alle esigenze dei cittadini, siamo arrivati ad un paese che sempre più frequentemente deve far fronte a realtà da terzo mondo e lascia quindi nelle mani dei comuni e spesso del volontariato la responsabilità di dover risolvere i problemi di natura sociale. Senza fondi e senza un'autonomia fiscale i comuni saranno sempre più in difficoltà per risolvere i problemi della cittadinanza".

"Lotta agli sprechi, autonomia fiscale e leggi mirate dovranno essere la nostra direzione principale per poter realmente rispondere al fabbisogno della gente, per dare un futuro dignitoso e non creare cittadini di serie A e serie B. Così come la nostra modifica di legge regionale purtroppo impugnata dal governo, che prevede l'assegnazione delle case popolari prima agli italiani e alle persone con più anni di residenza in Italia e nei rispettivi comuni avrebbe fatto si che non si creassero disuguaglianze così come avviene con la legge odierna: in questo momento la casa popolare per un cittadino italiano senza figli è pressoché utopia, anni di attesa in una graduatoria che cosi non si può smuovere - ha aggiunto - Da quando sono stato eletto Consigliere comunale e Presidente della Commissione Welfare ricevo ogni giorno richieste d'aiuto da parte di persone che non sono più in grado di affrontare le spese d'affitto della casa o che sono costrette a trovare sistemazioni diverse e poco dignitose pur di non finire in mezzo a una strada. Devo dire che Regione e Comune sono disponibili e ben coalizzati nell'affrontare I problemi di carattere sociale, e ARTE si è messa a disposizione a valutare ogni singolo caso, per non parlare del grande impegno da parte dei vari Comitati di quartiere. Certe leggi e decisioni vanno però al di sopra nelle nostre competenze, ci mettono il bastone tra le ruote, ma è nostro dovere andare avanti e cercare di aiutare concretamente tutti i casi, soprattutto quelli più gravi come quello di Giuseppe", ha concluso.

Lunedì 6 novembre 2017 alle 19:30:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News