Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 21.19 del 27 Giugno 2017

Chiamami Genova su polemiche Street Food: "Solito pasticcio alla Doria-Crivello"

Paolo Putti attacca: «Bisogna dialogare, ascoltare e pianificare con i territori e le persone che ci lavorano tutti i giorni».

Chiamami Genova su polemiche Street Food: `Solito pasticcio alla Doria-Crivello`

Genova - "Il classico pasticcio alla Doria-Crivello": questo il commento di Paolo Putti, candidato sindaco per Chiamami Genova alle polemiche di queste ore legate all'apertura della "Genova International Street Food".

Nessun ascolto - "Su molte tematiche, troppe, in questi cinque anni abbiamo assistito a finti slanci di ascolto, risolti poi in nulla – ha sottolineato Putti – quello di oggi è solo l'ultimo esempio, che non fa ben sperare per un'eventuale, quando improbabile vittoria del Pd alle elezioni. I territori vanno ascoltati, come le persone che vi lavorano: organizzare un evento come la "Genova Internationale Street Food", senza consultare almeno le associazioni di categoria è veramente un colpo basso". Secondo il candidato sindaco, l'evento in sé non è il problema ma è la gestione che solleva perplessità: "Ogni evento del genere può anche essere iniziativa interessante per tutta la città ma deve essere "discusso" con chi tutti i giorni lavora in quei luoghi, spesso con difficoltà. Il ruolo di un'amministrazione civica sarebbe quello di "fare squadra", per sfruttare al meglio ogni occasione, per il benessere di tutti. Un modo per coinvolgere e responsabilizzare tutte le categorie ad un "lavoro" condiviso di miglioramento complessivo della vita della città: come facciamo a pretendere qualcosa se poi non sappiamo neanche ascoltare?".

Regolamento - "Come lista municipale concordiamo sul fatto che sia necessario un regolamento condiviso tra associazioni di categoria, Comune – ha aggiunto Roberto Schenone, candidato presidente al Municipio I Centro Est – perché non esiste che manifestazioni di questo tipo non siano concertate con chi lavora in questi luoghi. I "nostri" esercenti devono essere in qualche modo tutelati perché garantiscono una presenza spesso faticosa sul territorio, offrendo una rete qualitativa altissima di prodotti e servizi. Questo episodio, un po' come l'affaire "Movida", la dice lunga sulla reale capacità di ascolto di chi in questi anni ha ricoperto posizioni istituzionali territoriali e che oggi si ripropone, promettendo ancora una volta il cambiamento. Un ritornello di un disco rotto che Chiamami Genova ha intenzione di interrompere", ha concluso.

Venerdì 2 giugno 2017 alle 16:30:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News