Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 23.00 del 20 Agosto 2017

INTERVISTA ESCLUSIVA: Ecco la Genova di Luca Pirondini

INTERVISTA ESCLUSIVA: Ecco la Genova di Luca Pirondini

Genova - E' pronto il Movimento 5 stelle a governare Genova? Luca Pirondini, il candidato sindaco del M5S ha cominciato ufficialmente ieri al Palazzo della borsa la sua campagna elettorale per arrivare a Palazzo Tursi e, in un intervista esclusiva, ha tracciato quelli che sono le sue priorità in una Genova che "ha bisogno di cambiare musica".

Amiu/Iren
Il candidato del Movimento 5 stelle si è espresso sulla faccenda Amiu/Iren scartando l'ipotesi di una possibile privatizzazione; utilizzando come esempio di soluzione Livorno, dove il sindaco Nogarin è riuscito a risolvere il problema dei rifiuti Aamps grazie all’omologa del concordato preventivo disposto dalla sezione fallimentare del tribunale. Pirondini si dice contrario alla scelta della giunta Doria di riprovare per la terza volta ad unire Amiu con Iren affermando come "l'aggregazione vincolerebbe anche la prossima amministrazione di prendere decisioni in merito", proponendo invece di "utilizzare i soldi della Tari per creare degli impianti".

Terzo Valico
"Si alle infrastrutture necessarie nel rispetto dell'ambiente e con gare trasparenti" ha confermato Pirondini, accusando di fatto l'assegnazione che è stata fatta per il terzo valico, aggiungendo che "un opera che costa 6 miliardi assegnata senza una gara è una cosa incivile, l'amministrazione deve studiare delle varianti".

Migrazione
Il candidato M5S si dice favorevole all'immigrazione regolare: "Ognuno deve pagare le bollette, andare a scuola e andare a lavorare come fanno tutti"; l'uguaglianza è alla base del discorso sui migranti. A questo proposito, Pirondini si è espresso anche sul mercatino di Corso Quadrio, specificando come questo vada chiuso perché "non possiamo tracciarne la merce".

Movida e Carlo Felice
Infine non mancano considerazioni sull'ordinanza anti-movida: "Va cambiata perché ha trattato tutti i commercianti del centro storico allo stesso modo quelli che non rispettano le regole vanno penalizzati, mentre chi le rispetta non deve essere punito".
Pirondini conclude con un accenno al "suo" teatro: Il Carlo Felice. "E' il secondo teatro in Europa dopo Parigi ed è per questo che dobbiamo sfruttarlo, così come tutte le grandi opere che abbiamo a Genova".

Venerdì 7 aprile 2017 alle 08:00:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News