Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 15.00 del 24 Giugno 2017

Incidenti, weekend nero a Genova: un morto al giorno sulla strada

Incidenti, weekend nero a Genova: un morto al giorno sulla strada

Genova - Le ultime statistiche riguardanti gli incidenti stradali non sono per nulla rassicuranti e si riferiscono sopratutto all'ultimo week end genovese dove sono ben tre i centauri che hanno perso la vita.

Nello specifico parliamo degli schianti verificatisi fra venerdì 9 e domenica 11 giugno in provincia di Genova. Il primo è quello avvenuto a Nervi che ha avuto come vittima il giovane Matteo Minnella, uno studente di ingegneria di 24 anni che, per evitare l’impatto frontale con un furgone, è finito contro i paletti posizionati a protezione del marciapiede. Il giorno dopo, a Sestri Ponente, è toccato all’autotrasportatore di 51 anni Gabriele Loscalzo che si è scontrato contro un’auto che stava eseguendo una manovra vietata. Domenica pomeriggio a Rovegno, in Valtrebbia un gommista di 27 anni, Angelo Maiorca, ha perso la vita per un impatto troppo forte contro il guard rail.

Un decesso al giorno
"Per focalizzare quanto sia grave ciò che è accaduto nel week-end genovese, basta rilevare un dato statistico: negli ultimi dieci anni la media delle vittime stradali di un anno nella provincia di Genova non ha mai superato la quota di 25-30. Significa che in tre giorni è avvenuto il 10-15% dei decessi. Ovvio che non possa essere considerato un dato statistico approfondito; ma deve farci perlomeno riflettere, soprattutto perché in nessun frangente c’entravano comportamenti estremi, come l’essersi messi alla guida in condizioni psicofisiche non ottimali o parecchio alterate". Lo afferma il procuratore capo di Genova Franco Cozzi che manifesta tutta la sua preoccupazione alla luce di questi tragici episodi.

Soluzioni
Ma come si può fare per evitare che queste tragedie siano un problema quotidiano ? "Non bere e non drogarsi, non significa che in strada siano sdoganati tutti gli altri comportamenti. E il punto è che non si conoscono i diritti degli altri e i nostri doveri quando siamo in marcia, neppure le regole minime: la precedenza, il limite di velocità da tenere in specifici contesti anche laddove non segnalato, le precauzioni basilari qualora si compiano altrettanto basilari manovre" conclude Cozzi.

Martedì 13 giugno 2017 alle 18:00:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News