Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 18.45 del 19 Novembre 2017

L'Associazione Partigiani lancia un duro attacco a Bucci

L´Associazione Partigiani lancia un duro attacco a Bucci

Genova - «Non si può sfilare insieme alla Comunità Ebraica in ricordo della deportazione degli ebrei genovesi e, nella stessa giornata, lasciare che un membro della sua maggioranza vada a commemorare i caduti della Repubblica di Salò al Cimitero di Staglieno, a nome del Comune. Perché quei combattenti, sconfitti dalla storia benchè umanamente pianti dalle loro famiglie, hanno deciso rastrellamenti e uccisioni proprio di appartenenti alla comunità ebraica». Sono le parole che l'esponente dell'Anpi Genova Massimo Bisca, rivolge direttamente al sindaco di Genova Marco Bucci attraverso un comunicato di questa mattina.

Se avete seguito la vicenda in questi giorni, capirete che non si tratta di parole al vento ma di dichiarazioni figlie di due episodi che non sono piaciuti alla stessa Anpi. Stiamo parlando della commemorazione di un delegato dallo stesso Bucci, Sergio Gambino (Fdi), ai caduti fascisti della Repubblica di Salò mentre, nello stesso momento, il sindaco stesso era presente di persona alla manifestazione in ricordo dei rastrellamenti nazisti degli ebrei di Genova (2 novembre 1943).

«Lei ha delegato un suo rappresentante in una cerimonia dove si mettono sullo stesso piano i lavoratori genovesi deportati e gli stessi che li spedivano ai campi di sterminio. Quel consigliere comunale con il suo intervento ha messo sullo stesso piano i fucilati del forte di San Martino e i repubblichini che li trucidavano con un colpo alla nuca. Non si può, sindaco Bucci, ricoprire il ruolo di primo cittadino di una città medaglia d’oro della Resistenza come Genova senza prendere una posizione netta ed uscire dall’ambiguità. Al sindaco di Genova chiediamo di rispettare la Costituzione, nata dalla Resistenza. E di esprimere un ruolo di richiamo verso i membri della sua maggioranza. Che, per essere veramente democratica - conclude Bisca - deve riconoscersi in ciò che la Costituzione prevede, a partire dal ripudio di ogni predicazione neofascista».

Lunedì 6 novembre 2017 alle 22:49:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News