Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 17.25 del 24 Novembre 2017

Nel cuore del Centro Storico ora c'è una piazzetta dedicata a Teresa Mattei

Nel cuore del Centro Storico ora c´è una piazzetta dedicata a Teresa Mattei

Genova - La scelta dei nomi illustri con cui intitolare le nostre strade e piazze non è irrilevante: da oggi, il piccolo ma emblematico slargo davanti all'ingresso della scuola elementare Garaventa - Don Gallo, nella zona del Centro Storico tra le Erbe e Sarzano, porterà il nome di Teresa Mattei, partigiana e costituente. Alla cerimonia di intitolazione, hanno preso parte Arianna Viscogliosi assessore al Personale e pari opportunità del Comune di Genova, Andrea Grasso assessore del Municipio I Centro Est, Massimo Bisca presidente provinciale Anpi, Chiara Capini di Senonoraquando Genova, Marco Montoli presidente de Il Ce.Sto, Anita Ginella docente di Storia Contemporanea all’Università di Genova e procugina di Teresa Mattei, Genzianella Foresti dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo Centro Storico e i bambini della scuola primaria Garaventa-Gallo.

Un nome di donna, di una donna straordinaria. Teresa Mattei, dopo la lotta partigiana, è stata la più giovane deputata dell’Assemblea Costituente. Ha speso la sua vita per i diritti delle donne e dell’infanzia e fu lei ad inventare la mimosa come simbolo dell’otto marzo.

"Uno dei compiti di noi adulti, ricordando l'impegno di Teresa Mattei - ha detto l'assessore Viscogliosi rivolta ai tanti bambini presenti alla cerimonia - è quello di trasferire alle nuove generazioni i valori della libertà, della democrazia, della partecipazione attiva e del senso di cittadinanza. Insieme al sindaco abbiamo pensato di proporre alle scuole e ai bambini di creare, come in tante altre città, un Consiglio Comunale dei ragazzi, per presentare delle idee e dei progetti da discutere con l'Amministrazione".

C’è un episodio che rivela limpidamente la personalità di Teresa Mattei. Ce lo ricorda Massimo Bisca segretario provinciale dell'Anpi: "Ancora ragazzina, fu espulsa dal liceo classico Michelangiolo di Firenze e da tutte le scuole del Regno perché si rifiutò, in occasione delle leggi razziali, di accettare l’insegnamento della teoria della razza e l’allontanamento dei suoi compagni di classe e degli insegnanti ebrei. Alla fine della guerra, si candidò all’Assemblea Costituente, diventando la più giovane tra le elette (le donne erano 21). Decisivo il suo contributo nel voler inserire al secondo capoverso dell’articolo 3 della Costituzione, la locuzione "di fatto", imponendo allo Stato la necessità di rimuovere gli ostacoli che impediscono libertà ed eguaglianza di tutti i cittadini. La libertà che oggi ci sembra scontata - ha concluso Andrea Grasso - la dobbiamo a delle persone che prima di noi, con coraggio, hanno deciso di scrivere un pezzetto della loro e della nostra storia. Oggi non scopriamo semplicemente una targa, non diamo un nome come tanti a una piazza, ma manteniamo vivo un esempio, di Teresa Mattei e di tutti coloro che hanno messo in gioco la loro vita per garantirci, con tutti i suoi pregi e difetti, la democrazia e la libertà".

Giovedì 19 ottobre 2017 alle 16:55:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News