Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 19.30 del 23 Novembre 2017

Ronzitti (PCL) attacca il Papa: «a capo di una Chiesa che costa allo Stato oltre 6 miliardi»

Ronzitti (PCL) attacca il Papa: «a capo di una Chiesa che costa allo Stato oltre 6 miliardi»

Genova - Domani Genova si fermerà per accogliere Papa Francesco, ma non tutti sono pronti ad aspettare il pontefice a braccia aperte. Cinzia Ronzitti - candidata a sindaco di Genova del Partito Comunista dei Lavoratori - ha così commentato l'imminente arrivo.

«Come PCL esprimiamo la nostra contrarietà a questa visita e facciamo appello alla maggioranza dei cittadini genovesi - per lo più proletari - a non partecipare alle varie iniziative organizzate dalla Chiesa cattolica per l’occasione, evitando di prestarsi ad un evento ipocrita, commerciale e di propaganda reazionaria».

«Bergoglio è il capo di una Chiesa che nelle sue varie articolazioni (Vaticano, Cei, ordini e movimenti religiosi, associazionismo, cappellani militari - tra cui il cardinal Bagnasco che incassa 6 mila euro al mese - insegnanti di religione, ecc) costa annualmente allo stato italiano - quindi alla collettività - più di 6 miliardi e 440 milioni di euro, tra esenzioni varie, 8 × 1000, agevolazioni fiscali e contributi pubblici vari - statali e comunali - come per il Nuovo Galliera».

«Tutti soldi sottratti annualmente ai servizi pubblici, al welfare e alla creazione di nuovi posti di lavoro. Il tutto con la complicità di partiti e movimenti politici compiacenti, guarda caso, gli stessi che sono anche collusi con gli ambienti borghesi e padronali».

«Dopo quattro anni di pontificato, molti cambiamenti annunciati sono rimasti lettera morta. Per es. non è stata fatta ancora luce sul patrimonio della Chiesa e sugli enti che lo gestiscono, a partire dall'Apsa e dallo IOR. Alla faccia della trasparenza dichiarata…»

«Sul tema, poi, della pedofilia all'interno della Chiesa: papa Bergoglio si è limitato ad istituire una commissione anti-pedofilia, nei fatti inutile, come dichiarato anche da Mary Collins, uno dei membri, che due mesi fa se ne è andata dalla commissione. Infine, dal suo insediamento, papa Bergoglio non fa che parlare dell’esistenza del demonio nella società. Incolpando Belzebù per tutti gli scandali che coinvolgono la Chiesa, il papa prova a spostare l’attenzione dalle cause materiali dei problemi a quelle immateriali e fantasiose, distorcendo la narrazione dei fatti. Non a caso, è stato papa Bergoglio a firmare il decreto tramite cui la Congregazione per il Clero ha riconosciuto giuridicamente l’AIE, l’ Associazione Internazionale Esorcisti, che conta più di 400 affiliati nel mondo, di cui ben 240 solo in Italia, che si arricchiscono approfittando dell’incredulità popolare».

Venerdì 26 maggio 2017 alle 20:00:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News