Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.50 del 17 Gennaio 2018

Una nuova rotatoria a Trasta. Lo sfogo di Putti: «Quando vengono le priorità?»

Una nuova rotatoria a Trasta. Lo sfogo di Putti: «Quando vengono le priorità?»

Genova - L'introduzione del nuovo centro logistico e di produzione della Sogegross nel tessuto di Trasta, comprometterà la viabilità di quell'area della Valpolcevera. «Secondo me è una roba già decisa nel ciclo precedente e di cui non ci avevano detto niente» intorduce Paolo Putti.
Un campanello d'allarme che aziona il consigliere comunale di Chiamami Genova: «Avrei voluto un po' di tempo per capire, avrei voluto una sorta di scambio con chi si deve occupare della progettazione per andare poi ad ovviare una serie di rischi che intravedo» annuncia l'ex candidato sindaco.

«È prevista una rotatoria in uscita, che serve sì ai camion loro per uscire, però a me privato cittadino della Valpolcevera sorge spontanea la seguente domanda: quando vengono le priorità? Perché percorrendo via Polonio ho un semaforo prima, uno dopo per fare uscire i lavoratori dal cantiere, un altro semaforo dopo 50 metri per fare uscire loro da un'altro cantiere e adesso mi mettono un'altra rotatoria per fare uscire questi altri».

Dalle parole rilasciate ai nostri microfoni, la voce solitaria di Putti si fa sentire anche sui social. «Dopo aver chiesto la sospensione per un maggior approfondimento in Commissione, vista la complessità dell’operazione, non accolta e dopo aver presentato 7 emendamenti che cercavano di ridurre i danni , respinti tranne uno, esprimo la mia contrarietà al percorso messo in atto per il procedimento. L’Aula invece ha approvato la delibera con la sola mia astensione e quella della lista Crivello, tutti gli altri si sono dimostrati favorevoli».

«In quest'area è già presente: il buco più grande del cantiere del Terzo Valico, la prossima chiusura del ponte di San Francesco e del voltino di collegamento tra strada nuova e Bolzaneto (al posto dei quali verrà realizzato un sottopasso), un edificio abbandonato che non si riesce da tempo ad abbattere né a ristrutturare, una scuola bellissima che doveva fare posto agli uffici del COCIV, poco distante si trova il quartiere di Begato con tutte le sue difficoltà, i possibili cantieri della gronda e una lavanderia industriale enorme spostata lì da alcuni anni perché dava fastidio altrove» le parole di sfogo su Facebook.

«Allora mi chiedo - conclude Putti - perché uno come me dovrebbe questa volta fidarsi e votare, approvare, ad occhi chiusi? Molti dubbi mi permangono e immaginarmi altri Tir in zona, la mobilità già problematica ulteriormente compromessa, trovo grande difficoltà a votare questa delibera pur non volendo per forza tarpare le ali ad alcuni industriali mi sento di tutelare la mia comunità, per questo mi sono astenuto».

Venerdì 8 dicembre 2017 alle 13:00:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News