Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.45 del 30 Aprile 2017

Wifi, bonus nido e car sharing, Orlando guarda ai piccoli comuni

Wifi, bonus nido e car sharing, Orlando guarda ai piccoli comuni

Genova - Il ministro Andrea Orlando continua a procedere verso il 30 aprile, quando il popolo Pd dirà la sua in merito al nome preferito per la segreteria del partito, tra proposte e idee, sempre cercando di mantenere quel piglio istituzionale che lo differenzia dalla verve gagliarda di Renzi e dall'approccio ruspante dell'altro pretendente, Michele Emiliano, che pare attardato e nei confronti dell'ex premier, e in quelli del politico spezzino.

Servizi - Nelle scorse ore Orlando ha acceso i riflettori sul tema dei piccoli comuni, quelli con meno di 5mila abitanti, la cui conoscenza ha approfondito nei giorni scorsi attraverso un viaggio nelle aree interne del Paese. "Ho ascoltato amministratori, cittadini, associazioni di volontari - ha scritto il ministro su Facebook - Come ho già scritto, si tratta di una parte fondamentale dell’Italia, dove vivono milioni di persone che affrontano una quotidianità di carenza di servizi, di funzioni essenziali distanti dal proprio centro e che assistono allo spopolamento delle comunità dove sono nati e cresciuti. In questi anni è stata avviata, su impulso di Fabrizio Barca, la strategia nazionale per le aree interne. Credo che rappresenti un pilastro importante da rafforzare. È ferma poi in Parlamento la legge sui piccoli comuni: approviamola in fretta. Da questo viaggio sono nate alcune proposte, che vorrei discutere e integrare in queste settimane. Intanto vi chiedo di dirmi cosa ne pensate".

Ecco le proposte - Ebbene, cosa propone Orlando per i piccoli comuni? Il ministro comincia col mettere sul tavolo nove proposte. La prima è l'estensione ai piccoli comuni delle aree interne di quelle agevolazione fiscali per le micro imprese attualmente previste per le zone urbane. Poi: raddoppio del buono nido (da mille a 2mila euro) per i cittadini residenti nelle aree interne; 300 milioni in più per la manutenzione delle strade; semplificazioni normative in materia di bilancio e turn over; incentivi per i processi di unione tra comuni. E il ministro vorrebbe anche incentivi per la nascita di negozi multiservizio, frutto di partnership tra pubblico e privato, in cui far coesistere negozio di prossimità, internet point, ufficio turistico, servizi indispensabili come le Poste e determinate funzioni pubbliche. Infine, incentivi ai trasporti alternativi, per esempio sostenendo il car sharing di comunità, e sostegno al wi-fi di comunità, in modo da far raggiungere alla banda larga i centri collinari e montani.

Domenica 12 marzo 2017 alle 11:15:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News