Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 18.50 del 23 Gennaio 2018

E' questo il futuro che vogliamo?

E´ questo il futuro che vogliamo?

Genova - Parcheggi a pagamento? Si, anche per le moto.
Bisognerà forse rassegnarsi, trovare mezzi alternativi per spostarsi, mettere a budget, chi può, infiniti costi extra per balzelli che si trovano ad ogni angolo: ormai vivere in una città, soprattutto di medie o grandi dimensioni, è diventato un lusso.
Presto Genova, che già si distingue per il costo folle dei parcheggi in centro, si doterà anche di un parcheggio a pagamento per le due ruote: del resto la nostra è una città strapiena di moto e scooter (che vengono utilizzati, anche sotto la pioggia e in pieno inverno, proprio per non congestionare le strade con le automobili) ed è evidente che prima o poi qualcuno avrebbe pensato a monetizzare.
Sull'argomento non voglio prendere una posizione netta: io credo fermamente che un pagamento si imponga esclusivamente di fronte all'offerta di un servizio (e uno slargo pubblico incustodito non può definirsi tale) e sono quindi contrario ad ogni obolo (a meno che le amministrazioni non siano obbligate a prendersi la responsabilità sull'integrità dei mezzi parcheggiati) ma ammetto anche la logica di ragionamenti diversi, come quelli di chi sostiene che i pagamenti siano un giusto ostacolo a chi, senza costi, avrebbe sempre l'automobile sotto il sedere.
Quello che desidero sottolineare, però, è che non si possono realizzare studi sull'imposizione fiscale in Italia senza tenere in considerazione il costo dei trasporti: mentre l'autobus aumenta di prezzo, i treni vedono esplodere il biglietto, la benzina è alle stelle, l'autostrada è un lusso paragonabile ad una suite 5 stelle e i parcheggi a pagamento dilapidano i patrimoni.
Se ora anche i motocicli saranno costretti a versare denaro per un parcheggio (e a saldare le relative multe, elevate a chi si dimentica di pagare o a chi non ha gli spiccioli), un'altra barriera sarà stata infranta. L'ennesima.
Con gli stipendi bloccati, le fatture dei professionisti non pagate, la cassa integrazione che dilaga questi continui aumenti sono peggiori delle tasse perchè colpiscono tutti, indistintamente, e non sono legati ad alcun profitto.
Intaccano, invece, il diritto a esistere, a muoversi, a lavorare.
E' questo il futuro che vogliamo?

Mercoledì 5 gennaio 2011 alle 10:28:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News