Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 13.42 del 23 Gennaio 2018

Lettera aperta di Repetto: "IMU sugli immobili della Chiesa e anticlericalismo"

Lettera aperta di Repetto: `IMU sugli immobili della Chiesa e anticlericalismo`

Genova - Le recenti vicende relative all’applicazione dell’IMU sui beni della Chiesa hanno evidenziato, in maniera preoccupante, il rigurgito di un settarismo anticlericale che mi auguravo scomparso.
Non sono bastati anni di confronto, a volte anche acceso ma certamente costruttivo, tra esponenti del mondo cattolico e rappresentanti delle culture liberali e marxiste per cancellare definitivamente pregiudizi ideologici nei confronti dell’operare della Comunità ecclesiale nella società.
Ho il timore che stia per riemergere l’opinione che definisce “servizio pubblico” solo tutto ciò che proviene da strutture statali o comunque istituzionali, disconoscendo il valore comunitario di opere o servizi sociali rivenienti da enti, associazioni, famiglie.
La polemica sulla tassazione degli immobili adibiti dalla Chiesa a funzioni sociali ed educative, quali l’erogazione di servizi scolastici, la formazione professionale, la gestione degli oratori, di mense e ricoveri per i meno abbienti, denota la persistenza di una cultura statalista e classista che male si concilia con i tanto decantati principi ispiratori di una società multiculturale.
Pare giusto che la Chiesa, al pari dei privati cittadini, si adegui responsabilmente a contribuire, sul piano di una coerente giustizia fiscale, all’impegno di riportare i conti dello Stato Italiano a un corretto equilibrio, ma ritengo dovrebbe essere altrettanto doveroso il riconoscimento e l’apprezzamento per tutto ciò che Parrocchie, associazioni ed enti religiosi svolgono oggi nei campi della solidarietà e dell’educazione, in una funzione sussidiaria dello Stato vacante.
Avrei gradito che il rigoroso clamore suscitato per la questione immobiliare della Chiesa italiana avesse trovato analogo riscontro per i plurimiliardari contributi ai partiti o, in misura minore, per il continuativo, costante e usuale ripianamento del deficit di Radio Radicale che il Parlamento Italiano periodicamente delibera.
Ai più testardi cultori della laicità vorrei significare che solo la reciproca riconoscenza delle diverse identità può contribuire a far crescere il seme della libertà.

On. Alessandro Repetto
Presidente della Provincia di Genova

Martedì 28 febbraio 2012 alle 20:40:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News