Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 15.30 del 26 Aprile 2017

A Chiavari lo sport fa rima con prevenzione e terapia

A Chiavari lo sport fa rima con prevenzione e terapia

Genova - Lo sport è anche prevenzione e terapia. Lo sostengono, alla Sala Ghio-Schiffini della Società Economica di Chiavari davanti agli studenti del Liceo Gianelli, Giuseppe D'Antona (Sport Medicine Centre Voghera), Paolo Cavagnaro (Commissario Straordinario ASL 4) e il campione mondiale di nuoto paralimpico Francesco Bocciardo in occasione del convegno curato dalla Chiavari Scherma in previsione dell'arrivo della sesta prova del circuito nazionale Master sabato 16 e domenica 17 aprile.

"L'esercizio è come un farmaco: può esser utilizzato nella giusta dose e nel giusto tempo per determinate malattie come il diabete o ipertensione ma anche, ad esempio, per malattie degenerative come il Parkinson - afferma il professor Giuseppe D'Antona dell'Università di Pavia nonché direttore dello Sport Medicine Centre di Voghera - Un corretto approccio allo sport terapico può consentire di guadagnare la posticipazione delle sopra citate malattie: si può quindi, grazie all'attività motoria o sportiva, parlare di approccio medico alternativo".

"Muoversi quotidianamente produce effetti positivi sulla salute fisica e psichica della persona" spiega Paolo Cavagnaro dell'ASL4 citando poi dati forniti dal Ministero della Salute. Per bambini e ragazzi (5 - 17 anni), almeno 60 minuti al giorno di attività moderata - vigorosa, includendo almeno 3 volte alla settimana esercizi per la forza che possono consistere in giochi di movimento o attività sportive. Per adulti (18 - 64 anni) almeno 150 minuti alla settimana di attività moderata o 75 di attività vigorosa, con esercizi di rafforzamento dei maggiori gruppi muscolari da svolgere almeno 2 volte alla settimana. Per anziani (dai 65 anni in poi) le indicazioni sono le stesse degli adulti, con l'avvertenza di svolgere anche attività orientate all'equilibrio per prevenire le cadute.

Francesco Bocciardo, nel suo intervento, parla del valore delle motivazioni lungo il percorso che, da campione mondiale, lo porterà ad affrontare la sua seconda avventura paralimpica a Rio de Janeiro. "Il sostegno della mia famiglia, preziosissimo, ma non dimentico tutti coloro che in questo momento stanno credendo in me: dalla Nuotatori Genovesi alla Nazionale, passando per tanti amici che giornalmente mi incoraggiano a inseguire il mio nuovo sogno".

Nel corso del convegno, gli interventi del Comune di Chiavari (Maurizio Barsotti), del Coni Liguria (Pino Raiola), del Coni Genova (Antonio Micillo, presente anche come Governatore Panathlon area Liguria), del Panathlon Italia (Federico Ghio), della Federscherma (Giampiero Martelli e Leonardo Patti).
Per il secondo anno di fila, sarà ancora Chiavari a ospitare la sesta prova nazionale Master di scherma. Appuntamento al Palazzetto dello Sport per quasi 600 atleti tra spadisti, fiorettisti e sciabolatori nel week end di sabato 16 e domenica 17 aprile. La Chiavari Scherma, ormai specializzata nell'organizzazione di eventi nazionali e internazionali come dimostra anche il successo dei Campionati del Mediterraneo 2014, si conferma ancora una volta partner estremamente importante per la Federscherma. L'evento costituirà un'importante prova generale in vista della possibilità di organizzare gli Europei Master 2017. Sabato 16 e domenica 17 aprile, la stella sarà Mauro Numa, veneziano vincitore di due medaglie d'oro alle Olimpiadi di Los Angeles 1984 nel fioretto individuale ed a squadre nonché tre volte campione del mondo. Insieme a Numa, saliranno sulle pedane allestite al Palazzetto dello Sport anche numerosi veterani di livello nazionale sia tra gli uomini sia tra le donne. Il programma prevede il via alla manifestazione sabato mattina alle 9 con sciabola e fioretto. L'intera giornata di domenica, con partenza sempre alle 9, sarà dedicata alla spada. L'evento, patrocinato da Regione Liguria, Comune di Chiavari e Coni Liguria, è sostenuto anche da Banco di Chiavari e della Riviera Ligure, Ascom, CIV Chiavari e Panathlon. Anche quest'anno la Chiavari Scherma sosterrà, attraverso la sesta prova nazionale Open Master, l'Istituto per il Baliatico. Al Palazzetto dello Sport, infatti, per tutti e due i giorni della competizione ci sarà uno spazio dedicato alla raccolta fondi per fornire assistenza a famiglie in difficoltà economica con bambini da 1 a 3 anni. "La nostra attenzione, ogni qualvolta organizziamo un evento, è sempre rivolta al territorio e alle sua promozione - spiega il presidente della Chiavari Scherma Roberto Signorini - La nostra è una macchina collaudata, il merito è di un nutrito staff di persone, molte dei quali genitori, che credono insieme a noi dirigenti ed ai tecnici nel valore sociale dell'attività schermistica". Il maestro Giovanni Falcini insiste sulla questione del nuovo Palazzetto da dedicare anche a eventi di livello superiore. "Stiamo crescendo, stiamo portando il nome di Chiavari in Italia e in Europa attraverso il nostro impegno in campo organizzativo - afferma Falcini - Il sogno, naturalmente, resta sempre quello della Coppa del Mondo con i campioni olimpici ma qui sarà necessaria la realizzazione del nuovo Palazzetto dello Sport. Un minuto dopo la realizzazione di questo sogno, il nostro presidente federale Giorgio Scarso ci assicurerà il massimo sostegno per lanciare definitivamente Chiavari nell'Olimpo della scherma".

Lunedì 4 aprile 2016 alle 16:00:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News