Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 22.00 del 25 Settembre 2017

Deferimento TFN, Colasanto: "Dalla Samp mai ricevuto fogli da depositare per la cessione di un calciatore"

Deferimento TFN, Colasanto: `Dalla Samp mai ricevuto fogli da depositare per la cessione di un calciatore`

Genova - "Gentile redazione, scrivo in merito alla notizia riguardo alle decisioni prese dal Tribunale Federale Nazionale (TFN) nei confronti rispettivamente del signor Carlo Osti e della società U.C. Sampdoria, nonché dello scrivente, per precisare quanto segue": inizia così la lettera dell'Agente di Calciatori Filippo Colasanto per fare chiarezza sull'accaduto.

"Le sanzioni comminate sono state inflitte, come recita la motivazione a corredo della sentenza, poiché il signor Osti .....si è avvalso dell'opera dell'Agente di Calciatori Filippo Colasanto in assenza di mandato regolarmente conferito". "In realtà, per completezza d'informazione e per rendere giustizia alla situazione creatasi, negli ultimi giorni del calciomercato dell'Agosto 2014 il mandato per l'operazione in questione (la cessione del giocatore Juan Ignacio Antonio dalla Samp al Parma) era stato regolarmente compilato congiuntamente, da me e dall'allora dirigente del Settore Giovanile del club doriano signor Massimo Terzi presente in quell'occasione. Al momento della consegna del documento il signor Osti mi diceva di non avere potere di firma, ma di firmarlo comunque io ché poi lui si sarebbe personalmente incaricato di farlo siglare al presidente Ferrero per poi rimandarmelo affinché io, come vuole il regolamento, lo potessi depositare presso i competenti uffici federali".

"Purtroppo - ha aggiunto Colasanto - non ho mai ricevuto indietro nulla e dopo vari inutili tentativi (via telefono e per iscritto) di contattare i dirigenti del club, ho fatto io stesso un esposto alla Procura Federale. In sede di definizione il TFN ha accettato la richiesta di patteggiamento del signor Osti condannandolo al pagamento di un'ammenda (pena inflitta anche alla Sampdoria) e ha inibito me in quanto non risulta depositato il famoso mandato. Ma non per mia volontà. Vi faccio da ultimo presente che sto citando la U.C. Sampdoria e il signor Carlo Osti davanti a un tribunale civile per il recupero del legittimo credito che vanto nei confronti della società blucerchiata", ha concluso Filippo Colasanto.

Giovedì 10 novembre 2016 alle 20:00:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News