Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 18.45 del 19 Novembre 2017

Derby della lanterna: come viene visto da fuori Genova

Derby della lanterna: come viene visto da fuori Genova

Genova - La pagina Facebook “Ultras War of Districts", che da anni si dedica a raccontare romanzi calcistici di ogni genere, riporta con queste parole come viene visto da fuori Genova il derby della lanterna. Parole che noi riproponiamo prontamente per condividerle con i lettori che con ansia ed emozione aspettano anch'essi il tanto atteso match tra Genoa e Sampdoria.

"Sabato ore 20.45. Genova non si ferma, si capovolge.
Difficile spiegare a chi non ha mai vissuto Genova, ancora meno a chi non ha mai vissuto la Genova calcistica, per questo dobbiamo fare delle premesse.

Genova non è una città accogliente, seppur sia colma di storia è un ambiente ostico che solo chi riesce ad entrare nelle viscere di Genova e dei genovesi può realmente apprezzare.
Non potrete mai ammirare strade pulite, monumenti tirati a lucido, persone che vi sorridono senza motivo, una macchina organizzativa turistica degna di questo nome.
Genova non ama chi viene da fuori, è chiusa, protetta dai monti che la circondano, disorienta con i suoi vicoli e colpisce chi prova a farsela sua senza il suo consenso.

Se vuoi vivere Genova devi entrare in profondità, devi entrare nel suo cuore pulsante. Genova conta 600.000 abitanti e la maggior parte vive in pochissimi chilometri quadrati.
Un po' come Marassi, per raggiungerlo devi entrare nel suo quartiere più popoloso, più caotico, più vivo.

Una volta entrato nello scudo che Genova e i genovesi mettono a loro difesa scopri una città caldissima, irrequieta, dove Genoa e Samp muovono i sentimenti e le relazioni. Scopri fidanzati che non si parlano per settimane quando c'è il derby, scopri migliori amici che fanno finta di non vedersi se si incrociano il giorno prima del derby, scopri che le botte di "bastardo" quando una moto taglia la strada ad un'altra le sentì solo se gli adesivi sul casco non combaciano.
Scopri che ci sono giocatori sconosciuti ai più che a Genova sono reputati eroi moderni, "solo", perché hanno fatto un gol ai cugini. Boselli è più amato di Palacio, Maggio è più amato di Mancini.

Ma più che sul manto verde la partita si gioca nelle Gradinate, con coreografie sugli spalti da togliere il fiato, con cori di sfottò che si rimbalzano a distanza di 105 metri, con 37.000 cuori di colore diversi che battono all'unisono per avere la supremazia cittadina.

A Genova non conta il quarto posto, non conta serie A o serie B, di fatto non conta il campionato. Se chiedi, praticamente a chiunque, il desiderio calcistico della stagione, la risposta è la stessa: "Vincere il Derby!". Signori e signori benvenuti nella settimana di Genova, benvenuti al Derby della Lanterna!"

Lunedì 30 ottobre 2017 alle 22:07:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News