Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 09.00 del 19 Ottobre 2017

Garrone: «Ferrero? Bene i primi tre anni ma adesso...»

Garrone: «Ferrero? Bene i primi tre anni ma adesso...»

Genova - Edoardo Garrone torna a parlare di Sampdoria , dispensando complimenti al proprio successore, Massimo Ferrero. L’ex patron blucerchiato – nell'intervista quotidiana rilasciata all'edizione genovese de La Repubblica - rivolge più d’un elogio all'imprenditore romano per i tre anni di presidenza. «È uno che, al di là delle apparenze, sa come muoversi in un settore particolare come quello del calcio, dove i bilanci si fanno essenzialmente con vendite e acquisti».

L’attenzione si sposta poi sulle garanzie economiche offerte per agevolare l’operato di Ferrero. «Abbiamo ceduto una società pulita, con pochi debiti, che abbiamo garantito presso, un’azienda su cui bisognava lavorare su costi e efficienza, ma un’azienda sana. E se la Samp oggi sta bene è per il buon lavoro di Ferrero, che ha gestito con buoni risultati una società medio-piccola che, come le altre della sua fascia, parte sempre con un handicap a cominciare dai diritti televisivi. Io dietro a Ferrero? Non è così. Noi abbiamo strutturato l’operazione cessione con un supporto di garanzie per permettere a chi arrivava di muoversi con tranquillità, del resto una società di calcio ha il compito, quando passa la mano, di tutelare dipendenti e tifoseria, perché ha una valenza sociale. Aggiungiamo che noi siamo una famiglia di Genova e si capisce bene perché non potevamo “scappar via”».

Doveroso un passo indietro a quel 12 giugno 2014, che segnò il clamoroso passaggio di consegne. «Bastava capire che dietro le battute c’era uno con il fiuto per gli affari, lo dissi subito. Del resto dopo tre anni di ricerca di un possibile compratore fu lui il solo a presentarsi e a lanciarsi. Ha avuto coraggio, ora ripagato. Cosa mi aspetto? Quello che si è realizzato: veder la società gestita bene, che può andare avanti senza dissanguare la proprietà come è successo a noi e ai Mantovani. Il bilancio svela lo stato di salute della società».

Non sono ancora finiti però i banchi di prova per Ferrero, il cui giudizio al momento è senza dubbio positivo. «Siamo al quarto anno , il bilancio più significativo sarà il prossimo, perché prima ha cambiato l’età della squadra facendo a meno di giocatori dai costi troppo alti, il secondo anno ha incominciato a investire, il terzo ha confermato gli investimenti azzeccati. Il quarto anno sarà fondamentale. Il mio voto al suo operato? Non lo so ancora, certo 7 o più ma spero di poter arrivare a 8 e 9».

L’ultimo pensiero è del Garrone tifoso, più realista che sognatore. «La Samp in Europa? Alt, noi siamo nella fascia di squadre dove le variabili fanno sì che puoi essere a un passo dall'Europa o finire all'inferno».

Giovedì 7 settembre 2017 alle 16:11:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News