Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 10.45 del 20 Ottobre 2017

Giampaolo: «Contro il Milan la miglior partita da quando sono qui»

Giampaolo: «Contro il Milan la miglior partita da quando sono qui»

Genova - Un Marco Giampaolo raggiante si presenta in conferenza stampa, nel post Sampdoria-Milan.

Alzare l'asticella - «L'asticella è sempre lì. La squadra ha avuto nella continuità dei novanta minuti il suo valore aggiunto. Forse la migliore partita da quando sto io qui, per continuità di gioco, per intensità, per livello di attenzione. Sicuramente la migliore partita. Il blasone dell'avversario era di primissimo livello. Sono contento per i ragazzi per la prova di maturità».

La prova di Torreira e Zapata - «Non mi piace parlare dei singoli. Hanno fatto tutti una grande prova. Posso solo dire che Zapata ci da soluzioni diverse. Qualche volta ti consente di alzare la palla, ci da centimetri sulle palle inattive. Ho sempre detto, non siamo più forti o peggiori rispetto all'anno scorso. Siamo diversi. Abbiamo una soluzione e un'alternativa diversa al nostro modo di giocare».

La convincente prova di Bereszynski -«Ha fatto una buona partita. Il lavoro più faticoso l'hanno fatto i tre davanti. Questa partita la temevo. La partita perfetta l'hanno fatta loro sia in fase di possesso che in quella di non possesso. La loro prova ha consentito anche agli altri di far bene».

Il ruolo di Praet - «Ho sempre detto che per me è una mezzala, dal profilo internazionale. Perché sa far tutto. Bisogna che il calciatore sia convinto. E mi pare che le prestazioni vadano in quel verso. Ha fatto una prestazione straordinaria, non ho mai avuto dubbi che potesse far bene in quel ruolo lì».

Il Milan di quest'anno - «Questo Milan è più forte rispetto all'anno scorso. Ha acquistato esperienza e mentalità vincente. Oggi? Non so cosa sia mancato. Dal mio punto di vista la Samp ha fatto una partita straordinaria impedendo a loro di fare ciò che avevano preparato. Oggi abbiamo corso il giusto, non siamo andati mai fuori giri. Altrimenti l'avremmo persa nei novantacinque minuti».

L'autostima - «Le vittorie aiutano, perché aiutano l'autostima della squadra. La partita rinviata ci ha fatto perdere continuità ma mi ha permesso di lavorare sugli ultimi giocatori arrivati».

Alvarez e Regini - «Sono contento di Ricky perché a volte subisce qualche contestazione. Sono contento perché è un ragazzo umile e accetta le mie decisioni di buon grado. Sono contento per lui, è un ragazzo straordinario che sta benissimo in questo gruppo. Regini, invece, aveva subito un infortunio a Verona. Avrebbe potuto giocare con un'infiltrazione. Ma ho preferito far giocare Ferrari. Quelli bravi ai vostri occhi sono quelli che giocano, ma per un allenatore i più bravi sono gli altri perché consentono di far allenare bene il gruppo».

Domenica 24 settembre 2017 alle 15:30:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News