Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 12.30 del 20 Novembre 2017

Giampaolo ammette: «Marassi ha fatto la differenza»

Giampaolo ammette: «Marassi ha fatto la differenza»

Genova - Marco Giampaolo in conferenza stampa nel post Sampdoria-Atalanta parla chiaro. «L'Atalanta è una squadra forte. Ci ha creato delle difficoltà. Ha dimostrato di essere forte l'Atalanta, oggi è una squadra consapevole. Abbiamo trovato delle difficoltà. Avere insistito nel giocare li ha messi nella condizione di fargli disperdere energie. Ci ha permesso di creare più spazi. La partita l'abbiamo preparata bene. Il 3-1 dà una prospettiva diversa, ma è stata estremamente difficile. Ribadisco, la differenza la fa il pubblico. Marassi ti fa vincere anche partite che possono essere difficili da vincere, o da ribaltare. Noi abbiamo questa grande risorsa»

Le difficoltà del primo tempo - «L'approccio è stato difficile. Avremo trovato difficoltà anche con i due subentranti. Sarebbe troppo riduttivo. Non riuscivamo a prenderli,a coordinarci. Poi nel secondo tempo cambiare un trequartista con l'altro sarebbe stato inutile, Caprari è rapido, è bravo. Cambi decisivi? Anche l'anno scorso chi subentrava, aveva la capacità di cambiare la partita. Ho ribadito alla squadra prima di entrare, che la Samp deve avere un colore. Dobbiamo avere la nostra identità. Giocare partite come quella di Udine, ci catapulta nella mediocrità»

Ramirez in fase involutiva - «Negli spazi stretti fa ancora più fatica. Ma la partita va giudicata nei 90 minuti. Soprattutto pronti via, viene difficile. Nei 90 minuti tutte le squadre lasciano qualcosa per strada. Gaston è straordinario come mentalità. Idem per Verre. Le partite sono così, magari la prossima fanno bene e diciamo qualcosa di diverso. È la Samp la preoccupazione».

I singoli - «Praet un giocatore di stampo europeo, adesso mi pare che lui sia convinto. NOn ha solo qualità, ha intelligenza e forza. Zapata? L'ho visto migliorare e crescere con il procedere della gara. Caprari è un giocatre d'attacco, può far tutto. Sapevamo che aveva una collocazione diversa. Ma un po' come è successo l'anno scorso con Schick. Ho sempre detto che Caprari è un titolare, deve crescere nella consapevolezza di essere un calciatore forte. Penso che questa prestazione gli possa dare quel pedigree lì. Giocare nel nostro stadio non è facile».

Il cornino di Ferrero - «Non sono scaramantico, ma il presidente me l'ha detta questa cosa».

Domenica 15 ottobre 2017 alle 17:20:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News