Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 21.36 del 17 Novembre 2017

Il doppio ex Antonini: «Ho il cuore diviso, vinca il migliore»

Il doppio ex Antonini: «Ho il cuore diviso, vinca il migliore»

Genova - Ancora poche ore e poi la "Scala del Calcio" accenderà i propri riflettori su Milan-Genoa. Due squadre che cercano di ritrovare sé stesse, e chissà che non possa essere questa la partita giusta per cambiare il morale di almeno una delle due. Se per i rossoblù l'iniezione di fiducia pare essere già arrivata con la vittoria di Cagliari, dall'altra non si può dire lo stesso, visto che i rossoneri arrivano da tre ko consecutivi in campionato. Inoltre, l'ultima partita in Europa League ha evidenziato lo scetticismo dei tifosi. Fischi assordanti al triplice fischio e un clima certamente ostile nei riguardi della squadra e del tecnico Vincenzo Montella.

Ecco allora che il fattore San Siro può tramutarsi in un elemento a sfavore, qualora le cose non partissero positivamente. È dello stesso avviso Luca Antonini, doppio ex intercettato ai nostri microfoni. «Sicuramente i tifosi si faranno sentire. Credo che il Genoa debba interpretare bene l'inizio di gara per far perdere alcune certezze al Milan» introduce l'ex calciatore.

La partita - «Secondo me verrà fuori una bella partita. Il Genoa ha trovato finalmente un risultato positivo a Cagliari; il Milan, viceversa, non viene da un periodo positivo e avrà voglia di rivalsa. Sarà una partita giocata a viso aperto da tutte e due le squadre».

Un posto per due - «Galabinov o Lapadula? Galabinov è un giocatore su cui nessuno puntava fortemente, invece sta dimostrando di essere importante per questa squadra. Lapadula è un calciatore che ha delle qualità importanti. Questa partita la sente particolarmente e avrà sicuro voglia di dimostrare le proprie qualità. Sono entrambi giocatori di personalità, spetterà poi a Juric decidere in base al gioco che vorrà proporre a San Siro. Ma credo che alla fine possa partire Lapadula dall'inizio».

Il ritorno dell'ex - «Bertolacci già domenica scorsa ha dimostrato di star bene. Lui credo abbia bisogno di giocare con continuità. L'anno scorso al Milan non ha potuto realmente dimostrare quanto vale. Gli auguro il meglio, è voluto tornare fortemente al Genoa per ritrovare la continuità che l'anno scorso gli era mancata».

Il ricordo - «Con la maglia del Milan ricordo un 5-1 a San Siro. Era l'anno di Leonardo, fece doppietta Borriello e io feci due assist. In rossoblù, invece, ricordo il pareggio che strappammo a San Siro Era l'anno in cui Gasperini subentrò a Liverani. Facemmo una grande partita, una partita di carattere. E portammo a casa un 1-1 insperato».

Il pronostico - «Il cuore mi dice un pareggio. Non preferisco una all'altra. Il Milan mi ha cresciuto, mi ha dato tutto, mi ha fatto diventare calciatore. Il Genoa, invece, mi ha ridato l'entusiasmo che avevo perso l'ultimo anno di Milan. Sono riconoscente a entrambe le società, quindi non posso tifare. Vinca il migliore».

Domenica 22 ottobre 2017 alle 11:11:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News