Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 12.30 del 20 Novembre 2017

Il doppio ex Mirko Pieri: «L'Udinese deve fare punti, ma tifo Samp!»

 Il doppio ex Mirko Pieri: «L´Udinese deve fare punti, ma tifo Samp!»

Genova - Questa sera la Sampdoria sarà chiamata a una nuova prova di maturità. Alle 18, alla Dacia Arena, gli uomini di Giampaolo proveranno a dare continuità di risultato anche lontano dal Ferraris, dove sino ad ora sono arrivati due pareggi e una vittoria. Per analizzare la partita che sarà, abbiamo contattato telefonicamente Mirko Pieri, ex illustre delle due contendenti.

«Sarà una bella partita, molto tecnica» afferma l'ex esterno sinistro. «Sicuramente la Sampdoria sarà chiamata a dare una riconferma di quel gioco, molto positivo che ha fatto intravedere sino ad oggi. L'Udinese, invece, deve necessariamente fare punti. L'allenatore è bravo e preparato, ha tempo per lavorare, perché a Udine i tifosi e la società te lo concedono. Ma è consapevole del fatto che dovrà fare risultato».

Sul piano tattico - «Sicuramente si farà sentire l'assenza di Danilo tra le fila friulane. In serie A seguo molto di più la Sampdoria, perché ne sono anche tifoso. L'Udinese l'ho seguita poco in questo inizio di campionato. Delneri lo conosciamo bene, ha una sua idea di gioco ben definita. Lo stesso si può dire di Giampaolo. Difficilmente cambia a seconda dell'avversario. Magari a livello tattico cambia qualche uscita, qualche movimento, però la concentrazione del gioco della Sampdoria è basata sull'attacco della profondità. La Samp gioca veramente bene, poi davanti ha calciatori forti perché Zapata e Quagliarella sono elementi davvero importanti. Sono sicuro che a fare la differenza sarà la qualità dei calciatori che sono in campo».

I singoli - «Di qualità la Sampdoria in campo ne ha molta. Torreira già l'anno scorso ha dimostrato di essere un gran calciatore. Quest'anno le altre squadre lo sanno e cercano di marcarlo per bene. Ho visto la partita con il Milan e gli hanno levato tutti i passaggi. Con Quagliarella ci ho giocato anche insieme, lo conosco bene. È veramente forte. Ma secondo me, la sorpresa di quest'anno può essere Zapata. Sta facendo un grandissimo inizio di campionato. Potrebbe essere l'uomo giusto che ricercava la Samp. Ha una forza fisica devastante, ma è anche veloce perché sa tenere palla, sa attaccare bene la profondità, ma al contempo è forte di testa. Ramirez? Mi ha veramente impressionato, non pensavo fosse questo tipo di giocatore. Ha una qualità veramente alta. A me come calciatore piace anche Barreto. È una mezz'ala che vorrebbe ogni squadra. Una quantità di corsa devastante e poi sa anche orchestrare bene il gioco con la palla fra i piedi».

La fascia sinistra - «Strinic mi piace. È veloce, sa spingere quando deve spingere, ma soprattutto sa difendere. È fondamentale per un terzino di una squadra di media classifica, come può essere la Samp quest'anno, anche se sono convinto che può puntare a qualcosa di più. Spero continui così, perché la Samp ha trovato veramente un gran terzino sinistro. Murru? Dovrà lottare per cercarsi un po' di spazio».

Il ricordo - «Ricordo con piacere la partita del 2008 con Mazzarri, venivamo da un periodo non tanto bello. Facemmo una grandissima partita e vincemmo 3-0».

Il pronostico - «Spero che ci sia un risultato solo, ossia che vinca la Sampdoria e che segni Quagliarella».

Sabato 30 settembre 2017 alle 12:00:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News