Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.35 del 20 Ottobre 2017

Il doppio ex Nicolini: «Samp in guardia, non sottovalutare il Verona»

Il doppio ex Nicolini: «Samp in guardia, non sottovalutare il Verona»

Genova - Nemmeno il tempo di godersi il buon punto conquistato all’Olimpico di Torino, che la Sampdoria è di nuovo in campo. Avversario dei blucerchiati, nel turno infrasettimanale valevole per la quinta giornata di campionato, è l’Hellas Verona.

Per analizzare la partita di questa sera al Bentegodi, abbiamo contattato Enrico Nicolini (ex calciatore blucerchiato ed ex dirigente gialloblù).

La partita - «Le due squadre arrivano a questo appuntamento in modo diametralmente opposto: la Samp con grande entusiasmo, forte dei sette punti conquistati in maniera brillantissima; mentre il Verona ha, ahimè, questa classifica precaria con un solo punto ottenuto a Crotone. Il Verona vive un ambiente certamente non idilliaco per la squadra e per l’allenatore. Ci sono i presupposti per la Sampdoria di fare una partita importante, per portare a casa i tre punti. Però è chiaro che non bisogna fidarsi, perché questo tipo di squadre in partite del genere ricercano prove d’orgoglio per uscirne fuori. È chiaro che adesso la Sampdoria ha una squadra collaudata, con giocatori importanti. Cosa che non si può dire invece del Verona».

I nuovi a riposo - «Credo che sia la scelta giusta preservare i nuovi. A livello muscolare è rischiosissimo far giocare titolari due giocatori – come Strinic e Zapata - che non giocavano da più di quattro mesi una partita da titolare. Se sarà così, ritengo che sia una scelta giustissima dell’allenatore. Tanto per far riposare questi giocatori, tanto per dar fiducia agli altri. Non dimentichiamoci quanto di buono fatto da Caprari sino ad ora. Zapata probabilmente lo vedremo nel secondo tempo. Domenica c’è già un’altra partita importante, come quella con il Milan. Penso che queste scelte siano opportune per preservare i giocatori, ed evitare che possano avere dei problemi a livello muscolare».

La chiave della partita - «La Samp gioca poco di riflesso all’avversario, ha sempre la sua filosofia di gioco. Il Verona può far leva sull’orgoglio di Pazzini, che probabilmente rientrerà dopo esser stato tanto fuori. Ha questo Kean che ha giocato domenica dall’inizio e può dar fastidio anche in corso d’opera. Però è una squadra che in questo momento ha difficoltà. La Sampdoria deve fargli paura subito, non deve permettergli di prendere coraggio. Perché poi se il Verona passa indenne i primi minuti di difficoltà, e riesce a portare i tifosi dalla propria parte, allora diventa molto difficile perché il pubblico dell’Hellas è molto caloroso e può dare una grossa mano. Io penso che sia importantissimo per la Samp iniziar bene, creare i presupposti per far gol e far sì che un ambiente difficile rimanga tale».

Pronostico - «Fare pronostici è sempre difficile. Io ritengo che la Sampdoria abbia tutte le carte in regola per vincere questa partita, soprattutto se avrà la forza di giocarsela come se stesse affrontando una squadra in vetta alla classifica. Se parte con l’idea di trovare di fronte a sé un avversario modesto, perché è ultimo, allora rischia di fare una figuraccia».

Mercoledì 20 settembre 2017 alle 17:07:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News