Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 19.10 del 19 Novembre 2017

Manuel Di Paola: "Ogni partita viene affrontata come una finale"

Manuel Di Paola: `Ogni partita viene affrontata come una finale`

Genova - Chiavarese di nascita o d'adozione fa poca differenza: dopo due anni e mezzo, il cuore di Manuel Di Paola può dirsi biancoceleste. Centrocampista di indubbio talento, è una delle colonne della squadra allenata da mister Castorina, scheggia impazzita del campionato Primavera, capace di inanellare cinque vittorie consecutive in altrettante uscite stagionali.

Dopo aver battuto la Juve e aver goduto di una settimana di pausa, era lecito attendersi un calo da parte vostra e invece ecco la vittoria in trasferta contro il Genoa. Vi aspettavate un successo tanto convincente?
"Se devo essere sincero ce l'aspettavamo. Ogni settimana diamo sempre il massimo in allenamento, non facciamo mai calare la tensione, comunque positiva. Per noi qualsiasi partita va affrontata come una finale, è la filosofia che ci sta trasmettendo il mister".

A inizio stagione eravate un po' la sorpresa, ora siate una realtà. Hai notato differenze nel modo di affrontarvi delle squadre avversarie dalla prima alla quinta giornata?
"Sì, è una cosa che abbiamo notato con la Juve e con il Genoa. Indubbiamente i risultati ottenuti hanno spinto le altre squadre a studiarci e siamo stati costretti ad operare qualche variazione in corso d'opera".

L'ipotesi Finali è stata sussurrata all'interno dello spogliatoio?
"No, non è ancora il momento. Non si tratta di scaramanzia, semplicemente sappiamo di essere solo all'inizio di un percorso ancora molto lungo e complicato".

Per quanto riguarda la tua sfera personale, sono ormai più di due anni che vivi lontano dalla famiglia. E' stato un percorso difficile?
"All'inizio mi sentivo un po' fuori contesto, poi con qualche sforzo ho capito che era un sacrificio necessario per inseguire il mio sogno e piano piano è andata sempre meglio. Ora posso dire che mi sento praticamente in famiglia, ho trovato un gruppo di veri amici".

I tuoi parenti comunque non sono lontani...
"Sì, loro riescono a venirmi a trovare abbastanza spesso anche perché in fin dei conti Parma, la mia città, è a solo un'ora e mezza di macchina".

Hai anche dei "fratelli maggiori" a Chiavari, parlo ovviamente della prima squadra...
"Quando mi capita di allenarmi con loro non c'è un solo giocatore al quale mi affido per un consiglio, cerco di carpire qualcosa da tutti perché l'intera rosa, anche i ragazzi che non giocano nel mio ruolo, può insegnarmi qualcosa".

Il tuo punto di riferimento calcistico?
"Beh, Pirlo, ovviamente".

La prossima partita sarà la trasferta di Trapani.
"Quelle contro avversari meno blasonati sono le sfide più difficili. Come ho già detto prima, l'unica via da seguire è quella tracciata dal mister: affrontare ogni partita come una finale".

Mercoledì 21 ottobre 2015 alle 15:30:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News