Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 15.10 del 23 Agosto 2017

Palombo ammette: «Potevo continuare, ma non riuscivo a vedermi con un'altra maglia»

Palombo ammette: «Potevo continuare, ma non riuscivo a vedermi con un´altra maglia»

Genova - È stato visto da molti come un addio in silenzio e per certi versi a sorpresa, quello di Angelo Palombo al calcio giocato. Tutt’altro che addio al blucerchiato, visto che l’ex capitano della Samp è entrato a far parte dello staff di Marco Giampaolo. «Si è chiuso un capitolo importante della mia carriera» confida l’ex 17 doriano al canale ufficiale You Tube dell’ UC Sampdoria.

«Adesso è tutto nuovo, tutto diverso. Ci sarà da imparare molto. Era giunto il momento di pensare al futuro e mettersi a disposizione del mister e della società, che voglio ringraziare per questa occasione. Cercherò di mettere la mia esperienza a disposizione della squadra e dello staff. Avrei avuto anche l’occasione di continuare a giocare per uno o due anni, però non me la sono sentita non per mancanza di voglia, ma perché non mi saprei vedere con addosso un’altra maglia. Come ho dato tutta la carriera per questa maglia, tolti quattro mesi, mi auguro di fare altrettanto sotto altre vesti».

La nuova avventura - «L’idea di questa nuova avventura da allenatore è venuta di pari passo con la società nella scorsa stagione, era giunto il momento di fare altro e imparare a fare qualcosa di nuovo, qualcosa che ho sempre sognato di fare. Da lì a dire che ne sarò capace ce ne passa, però ce la metterò tutta per far sì che questo sogno si avveri. Ho dato tanto alla Samp è vero, ma ho anche ricevuto tanto. Mi reputo molto soddisfatto, tutte le esperienze che ho fatto serviranno, ma fino a un certo punto. L’esperienza da giocatore è diversa da quella da allenatore, ma il fatto che io possa lavorare dentro il campo mi agevola, perché fino a ieri ero assieme a loro a correre. Il rapporto con i compagni non cambierà, spero di essere sempre un punto di riferimento per loro, anche se qualcuno vedendomi dall’altra parte può avere un minimo di dubbio ma su questo anche i nuovi sapranno che si potranno fidare.

L'addio in silenzio - «Ho semplicemente deciso le ultime due settimane, perché se avessi deciso sul finire di campionato avrei festeggiato in altro modo. Colgo l’occasione per salutare i tifosi della Samp, ma anche i miei tifosi, perché un po’ li sento anche miei. Adesso che ho maturato questa decisione, ho intenzione di fare una partita, invitare tanta gente, tanti miei ex compagni e tanti tifosi allo stadio per stare insieme un’ultima volta da calciatore. Poi alla fine, tanto in silenzio non sarà».

Sabato 8 luglio 2017 alle 15:18:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News