Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 10.50 del 29 Maggio 2017

Pellizzer: "Occhio all'Avellino, il loro attacco è micidiale"

Pellizzer: `Occhio all´Avellino, il loro attacco è micidiale`

Genova - Spirito guerriero. Le quattro stagioni vissute in trincea a Cittadella hanno contribuito a forgiare l'animo di Michele Pellizzer, uno che non molla mai. Tra i più positivi nella splendida vittoria di sabato contro il Vicenza, il difensore biancoceleste ho nobilitato la sua prestazione con un piccolo ma decisivo particolare. "Non ero al cento per cento - ammette - fino al giorno prima avevo 38 di febbre ma i medici hanno fatto un vero e proprio capolavoro, rimettendomi in piedi in pochissimo tempo e permettendomi di disputare la partita".

Incarni a pieno lo spirito dell'Entella, un gruppo che non molla mai
"Esattamente. C'era da stringere i denti e io li ho stretti. Sapevo che in difesa numericamente eravamo in difficoltà e quindi ho fatto di tutto per esserci. Lo stesso vale per Caputo, non era al meglio ma la voglia di dare tutto per la maglia era talmente tanta che era impossibile rinunciare a giocare. E direi che a giudicare dal risultato questo fattore ha inciso".

Era da tempo che non si vedeva un'Entella così solida e anche concreta in avanti. Come te lo spieghi?
"Avevamo una grandissima voglia di vincere. Dopo la serie di risultati utili consecutivi volevamo dimostrare che la sconfitta di Pescara era solo un passo falso. Siamo scesi in campo con una grinta pazzesca e preparatissimi tatticamente. In settimana abbiamo lavorato bene, tutti sapevamo esattamente cosa fare".

Il calendario impone ritmi serrati: mentalmente preferiresti fermarti un attimo e riposare o battere il ferro finché è caldo?
"L'ideale sarebbe tirare un pochino il fiato ma siccome il calendario incalza non possiamo fare altro che continuare a rimboccarci le maniche dando tutto fino alla pausa. Siamo un gruppo di ragazzi d'oro e tutti di valore, il mister farà qualche cambio ma la qualità dell'undici titolare non scemerà. Chi giocherà farà comunque bene e poi questa squadra ha un valore aggiunto".

Quale?
"C'è reale attaccamento alla maglia. Questo lo si vede soprattutto in chi sta fuori: mai un muso lungo, le panchine vengono sempre accettate per il bene della squadra perché poi le occasioni di mettersi in mostra capitano a tutti e finora sono sempre state sfruttate. Anche chi gioca meno si allena a mille per mettere in difficoltà il mister innescando una sana competizione che per una squadra che si deve salvare è come linfa vitale".

Martedì sera ad Avellino che partita ti aspetti?
"Loro sono in un ottimo momento, sarà una sfida tosta. Hanno un ottimo attacco e se giocherò dovrò fare molta attenzione. Il clima allo stadio sarà caldo ma di certo non ci faremo intimidire, noi siamo l'Entella e sono sicuro che ogni squadra ora ci affronta con molta attenzione".

Tornando un attimo alla sfida di sabato contro il Vicenza, il pubblico presente è stato molto caloroso ma un po' esiguo nel numero
"E' vero. I tifosi che vengono a vederci ci sostengono sempre e per questo io li ringrazio. Per noi è fondamentale sentire la nostra gente, però vorremmo lo stadio pieno! La squadra gioca bene, ottiene risultati, non ci sono motivi per non affollare il Comunale! Inoltre la società in occasione della sfida con il Crotone ha fatto qualche sconto per la Gradinata, speriamo di chiudere l'anno con un bel pienone, contro la capolista è fondamentale".

Lunedì 21 dicembre 2015 alle 15:20:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News