Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 17.25 del 24 Novembre 2017

Assistenti sociali, Cabona: "Da apprezzare l'accreditamento delle strutture socio sanitarie”

Assistenti sociali, Cabona: `Da apprezzare l´accreditamento delle strutture socio sanitarie”

Liguria - Il Consiglio regionale della Liguria dell’Ordine degli Assistenti sociali è stato audito dalla II Commissione Salute e Sicurezza Sociale del Consiglio Regionale Assemblea legislativa della Liguria sul riordino complessivo dei criteri di valutazione per l’accreditamento e gli
standard minimi strutturali ed organizzativi delle strutture socio sanitarie residenziali e
semiresidenziali.

“La proposta relativa ai requisiti di autorizzazione e accreditamento – si legge nel documento degli assistenti sociali liguri - costituisce indubbiamente un notevole e apprezzabile impegno di riordino complessivo della materia rispetto alla varietà e complessità delle strutture portando ad omogeneità i criteri di valutazione per l’accreditamento e gli standard strutturali e organizzativi”.

"La professione – anche in coerenza con il relativo codice deontologico – condivide alcuni presupposti del manuale nel quale sono raccolti i nuovi criteri. In particolare, si legge, sulla centralità della persona, come soggetto il cui benessere deve pienamente comprendere gli aspetti del sociale e relazionale; sulla qualità delle attività e delle prestazioni e sulla continuità assistenziale tra ospedale e territorio tra le diverse realtà territoriali, tra sistema sanitario e sistema degli Enti Locali e sistema del privato sociale e non; sullo sviluppo della cultura del miglioramento e delle buone pratiche e sulla formazione continua come strumento fondamentale per incrementare le competenze e affrontare i processi di miglioramento necessari. Non mancano, tuttavia, alcuni rilievi".

“La figura dell’Assistente sociale – si legge ancora nel documento dell’Ordine ligure - dovrebbe essere prevista in tutte le realtà socio sanitarie sia residenziali che semiresidenziali, ambulatoriali e territoriali proprio per le specifiche competenze a curare e sostenere i rapporti famigliari e quotidiani e per sviluppare specifici progetti di natura socio riabilitativa e di integrazione”.

“Questa figura professionale – si legge ancora – deve essere indicata come figura
specifica e non in alternativa ad altre, proprio per la sua competenza professionale e per non
trascurare aspetti di vita dell’utenza fondamentali per il suo benessere”.

“Io credo che sia molto importante un continuo scambio di opinioni così come di consultazioni costanti tra i diversi attori che operano nel sociale – dice Giovanni Cabona, da poche settimane nuovo Presidente degli oltre mille assistenti sociali della Liguria; proprio per questo motivo ogniqualvolta si affrontano materie sociosanitarie o sociali sarebbe opportuno avviare in precedenza un confronto con i competenti organi regionali per consentirci di fornire il nostro specifico contributo professionale in modo adeguato e tempestivo proprio al fine di assicurare un miglioramento dei servizi ai cittadini”.

Giovedì 9 novembre 2017 alle 16:30:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News