Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.45 del 22 Luglio 2017

Coisp: "Anche in Liguria rischia di esplodere il tema legato all'immigrazione"

Coisp: `Anche in Liguria rischia di esplodere il tema legato all´immigrazione`

Liguria - “I dati forniti da frontex in questo inizio dell’anno, quelli emanati parallelamente da alcuni uffici regionali come ad esempio il Compartimento Polizia Ferroviaria Liguria, nonché la quotidiana attività che svolgono le Forze dell’Ordine, non fanno altro che avvalorare la nostra tesi e cioè che oggi purtroppo moltissime risorse destinate alla sicurezza delle nostre città vengono distolte per seguire l’emergenza, anche se non capiamo perché chiamarla ancora emergenza visto che sono oramai anni che esiste il problema, legata all’immigrazione": così Matteo Bianchi, leader Ligure del COISP, sindacato indipendente di Polizia, su una tematica infuocata come quella dell’immigrazione nella nostra Regione, dove anche i numeri sembrano ballare un pochino

”Troviamo assurdo dover leggere numeri così altamente assurdi per quello che riguarda un’emergenza come l’immigrazione, a cui noi ci permettiamo di anteporre il suffisso “ex”, non perché sono calati i numeri ma perché è un problema ormai incancrenito nel nostro paese e purtroppo, chi lo gestisce lo maschera sotto il nome di emergenzialità".

“La Liguria purtroppo, come numerose altre realtà, sta risentendo pesantemente delle ripercussioni legate a questa problematica - aggiunge Bianchi - A Ventimiglia, per esempio, è un problema contingente quotidiano perché da lì insiste quel flusso che non vuole rimanere nel nostro paese ma semplicemente transitare per andare poi in altre destinazioni europee; la frontiera con la Francia però è off limits ed allora, come al solito, il problema si ripercuote sulle donne e sugli uomini in divisa che, oltre a vigilare la terra di confine per mantenere sotto il profilo dell’Ordine Pubblico la situazione tranquilla, devono anche vigilare sulle tratte autostradali o sugli snodi ferroviari per cercare di evitare tragedie".

"Non è poi più accettabile - conclude Bianchi - che per gestire questa continua emergenza numerosi poliziotti liguri vengano quotidianamente inviati in missioni nelle Regioni del sud del nostre paese, dove avvengono gli sbarchi, per svolgere li il loro servizio con un’inevitabile aggravio delle spese dei contribuenti nonché una significativa diminuzione degli standard di sicurezza delle nostre città che, molto spesso, hanno persino difficoltà a garantire sul territorio un numero di pattuglie sufficiente ed idoneo per garantire la sicurezza e riuscire a fare una buona prevenzione come si dovrebbe".

Sabato 7 gennaio 2017 alle 11:00:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News