Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 22.40 del 23 Aprile 2017

La Liguria a piedi con la Via della Costa: l'itinerario è una sfida turistico culturale

La Liguria a piedi con la Via della Costa: l´itinerario è una sfida turistico culturale

Liguria - Dodici tappe, 362 km da Ventimiglia a Sarzana: un dolce viaggio a piedi per chi ama il turismo slow. E' la Via della Costa, un itinerario spirituale, artistico, culturale che attraversa la Liguria da est a ovest e viceversa. Un percorso straordinario, nato dall'impegno e dalla volontà di due imperiesi: Silvio Calcagno e Anna Rocchi, due veri pellegrini che nel 2005 hanno iniziato un'impresa, quella di creare la Via della Costa.

Già, perché questo cammino, riconosciuto dalla Provincia di Imperia, è il frutto di chilometri percorsi a piedi, ricerche sul territorio, tanta fatica ma anche tanta voglia di scoprire. Uno sforzo immenso ma soprattutto gratuito, figlio di storie personali e un unico grande sogno: realizzare un itinerario che unisse due delle più note mete di pellegrinaggio, Santiago di Compostela e Roma.

Ma come è stato possibile realizzare un'impresa del genere?: "Andando a Roma a piedi da Oneglia, abbiamo visto che l'Aurelia era pericolosa e con tante deviazioni visive - racconta Silvio, pellegrino compostellano e romeo - Così ci siamo detti, quando torniamo, cerchiamo di trovare qualcosa di più sicuro, spirituale e storico. Abbiamo iniziato a lavorare alla Via della Costa prima sulla carta e poi a piedi, tutte le domeniche sul campo cercando una strada da collegare una all'altra".

La storia della Via della Costa è recente ma affonda le sue radici nella memoria della Liguria, attraverso la riscoperta di borghi storici, sentieri medioevali, paesaggi mozzafiato tra cielo e mare. Un percorso apprezzato finora da tanti pellegrini giunti alla meta, italiani e stranieri, di ogni età e ceto sociale. Ora che la via è stata tracciata, la vera sfida è mantenerla in vita. Pulizia dei sentieri, aggiornamento dei luoghi di accoglienza e ospitalità dove dormire, segnaletica. Tutti aspetti finora curati con grande sacrificio da Silvio e Anna.

"E' fondamentale cercare di renderla ufficiale in tutta la regione - spiegano i due pellegrini - garantendone segnatura e pulizia. Parliamo del recupero di un patrimonio intenso e abbandonato. C'è tanto da fare, l'ideale sarebbe farla riconoscere come patrimonio Unesco e si potrebbe lavorare con la parte francese, della regione Paca, da tempo interessata ad un collegamento col versante italiano".

Nell'anno dei Cammini d'Italia, indetto dal Ministero dei Beni Culturali, è d'obbligo una menzione speciale per questo itinerario ancora poco conosciuto e valorizzato. Eppure il cammino attraversa le nostre città. Quelle frecce gialle o le mattonelle blu con una conchiglia gialla, sono i simboli del famoso Cammino di Santiago utilizzati in accordo con la Provincia come segnaletica della Via della Costa.

"La Via della Costa è riconosciuta a livello provinciale e nel 2007 è stata ufficializzata in occasione del V Incontro Compostellano organizzato ad Imperia - confermano Anna e Silvio - ma manca di fatto una regia regionale o comunque di collegamento con le altre province. Io ho sempre continuato, quando si fa un pellegrinaggio soprattutto come quello fino a Santiago, non si può tornare e non condividere quanto si è vissuto, offrendo un'opportunità al prossimo".

Un'opportunità alternativa all'Alta Via dei Monti Liguri, un'occasione di riscoperta dell'accoglienza ligure, delle bellezze della nostra terra, tra chiese romaniche, santuari, arte, caruggi. Una via a cui Silvio e Anna hanno dedicato un sito internet (qui il link, a breve verrà completata anche la sezione dedicata alle tappe in bici) con tutte le informazioni, una credenziale del pellegrino, una guida cartacea e molti momenti della loro vita. Così come quelli trascorsi insieme agli studenti delle scuola primaria di Imperia, in aula, lungo la via della Costa e a Santiago con un progetto scolastico molto apprezzato.

Insomma un mondo a pochi conosciuto ma ricco di opportunità da sfruttare soprattutto dal punto di vista turistico e culturale, prendendo esempio dalla Francia (come per il tratto Mentone - Arles) frutto dell'operosità di tanti volontari e dalla Via Francigena che collega Canterbury a Roma attraverso l'Italia, oggi percorsa da migliaia di pellegrini.

"Il Cammino - ogni pellegrino lo sa - non finisce a Santiago ma continua nella vita di ogni giorno".

Lunedì 5 settembre 2016 alle 10:00:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News