Notizie cronaca genova Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 13.30 del 22 Febbraio 2018

Balestrino riconfermato segretario generale Uiltec

Balestrino riconfermato segretario generale Uiltec

Liguria - Alla presenza del segretario generale Paolo Pirani, si è svolto a Savona il II° Congresso della Uiltec Liguria, che ha riconfermato lo spezzino Salvatore Balestrino alla guida dell’Unione italiana tessile, energia, chimica della Liguria.

Industria - «Abbiamo scelto Savona per celebrare il nostro congresso perché questa città ha un grande valore culturale e industriale, caratteristiche che per la Liguria sono strategiche per far fronte alle criticità del territorio – dichiara Salvatore Balestrino, segretario generale Uiltec Liguria appena riconfermato – Il Savonese ha dovuto affrontare molte difficoltà in questi anni, fino al riconoscimento di area di crisi complessa. Proprio da Savona dovrà partire il vento del cambiamento».

Imprese - «Assistiamo oggi ad un repentino mutamento della società, del mondo del lavoro, delle istituzioni e dei rapporti umani. È ormai un dato di fatto che la quarta rivoluzione industriale abbia portato alla cosiddetta industria 4.0,ad una produzione industriale quasi del tutto automatizzata e interconnessa anche in Liguria. In questa fase di cambiamento, gli investimenti sul territorio sono più che mai necessari e occorre che l’imprenditoria raccolga forza e coraggio per valorizzare aree portuali e manifatturiero.


“Il nostro pensiero corre alla Tirreno Power dove, se ci fosse stata la capacità di sfruttare le opportunità offerte dal territorio e dalle istituzioni, avremmo potuto realizzare un ulteriore gruppo a metano salvaguardando 800 posti di lavoro – spiega Balestrino - Grandi realtà come Esso, Eni e Totalerg hanno ceduto il passo a realtà come Alkion, società olandese e Italiana Petroli, aziende nuove per le quali è ora necessario iniziare a costruire il dialogo tra le parti sociali”. La Uiltec sottolinea la grave situazione dei lavoratori della Ferrania Solis che hanno visto nelle energie rinnovabili il futuro sociale ed aziendale, mentre le maestranze si ritrovano ad affrontare criticità paradossali: c’è il lavoro ma mancano le risorse finanziarle per la produzione. L’industria del vetro nella Val Bormida ha fatto registrare mille occupati in più al netto dell’indotto, con l’acquisizione della Bormioli Rocco da parte della Bormioli Luigi, società che vanta una storia industriale centenaria in continuo divenire ed alla quale la Uiltec guarda con fiducia. “L’Italianacoke è l’unica cokeria italiana – prosegue Balestrino – L’azienda sta vivendo una profonda crisi che l’ha portata verso la procedura di concordato preventivo. Con grande spirito di dedizione, i lavoratori si sono messi in gioco per salvare il futuro loro e della loro azienda».

Zone - «Legata poi al destino del Gruppo Ilva è la Senac, leader in Italia nel settore della fabbricazione di refrattari, che, secondo la Uiltec, meriterebbe ben altri fasti, vista l’elevata produttività. Tutte queste realtà evidenziano, singolarmente e nel loro complesso, una ammirevole ruolo attivo dei lavoratori savonesi. Facendo una carrellata sul resto della Liguria, la Uiltec ha spiega, nel corso del congresso, come il rigassificatore di Panigaglia nello spezzino, eccellenza nel campo del GNL, necessiterebbe di un ammodernamento ed un potenziale reimpiego; la centrale Enel, un tempo la più grande d’Europa, è ora destinata alla riconversione. L’azienda San Lorenzo, fiore all'occhiello nel campo della nautica da diporto, è in continua espansione. Per Intermarine, eccellenza nel campo della nautica militare, è necessaria una maggiore solidità di commesse. Partendo da queste realtà, intendiamo promuovere una scuola dei mestieri della nautica – spiega Balestrino – A questo proposito, intendiamo elaborare un progetto da sottoporre nello spezzino all’Unione Industriali, Provincia, Comune ed enti di formazione». «Comdata, connessa al gruppo energia, nata dalla chiusura dell'Italiana Petroli, si ritrova oggi in contratto di solidarietà; Uniform, malgrado abbia vinto un'importante gara di appalto con la Marina Militare fa molta fatica a far quadrare il bilancio; Acam ha chiuso una storia decennale ed è oggi impegnata nel processo di integrazione con Iren. A Genova, Eni a Calata Canzio, sta investendo fortemente creando opportunità di posti di lavoro e, contestualmente, vede il rafforzamento della sede e del deposito di Genova Pegli; Mestel, Cressi Sub, Georg Fischer e Faci Farmaceutica si sono dotate di flessibilità nelle proposte di produzione e, quindi, sono state risparmiate dalla crisi; ora possono contare su una platea di lavoratori con una professionalità di notevole qualità».



Martedì 13 febbraio 2018 alle 15:15:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News