Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 21.15 del 18 Agosto 2017

Credit Agricole, risultato netto a 456 milioni nel primo semestre

Credit Agricole, risultato netto a 456 milioni nel primo semestre

Liguria - Nel primo semestre del 2017 Il Gruppo Crédit Agricole in Italia ha registrato un risultato netto
di competenza pari a 293 milioni di euro, in crescita del 24% rispetto allo stesso periodo
dello scorso anno, con un risultato netto aggregato gestionale di 456 milioni di euro.
In crescita del 4% anche i ricavi, che salgono a 1,6 miliardi di euro e il totale degli impieghi
che raggiunge i 62,4 miliardi di euro. Il totale dei depositi e fondi clienti si attesta a oltre 130
miliardi di euro, considerando anche gli asset under management e l’attività di banca
depositaria.

Conto Economico - "Gli interessi netti registrano una sostanziale tenuta rispetto al precedente esercizio (-2,0%) attestandosi a 462 milioni, evidenziando un trend in progressivo miglioramento (+2,4% T2-17/T1-17). La dinamica è legata essenzialmente all’attività di intermediazione con la clientela, e in particolare alla dinamica degli spread. Lato impieghi,
la pressione competitiva determina una progressiva contrazione degli spread sia sulla nuova produzione che sullo stock in essere (rinegoziazioni e rimborsi anticipati), con un effetto negativo sul margine di interesse solo in parte mitigato dallo sviluppo dei volumi (in particolare mutui). Lato raccolta clientela, il contributo al margine di interesse, pur beneficiando della riduzione del costo delle forme a più lunga scadenza risulta penalizzato dalla presenza di limiti
sostanziali alla discesa dei tassi su talune forme di raccolta a vista. Le commissioni nette, che rappresentano il 43% dei proventi operativi (39% nel primo semestre 2016), sono pari a
370 milioni e risultano in crescita rispetto allo scorso anno (+9% a/a): la flessione delle commissioni da attività bancaria commerciale (-9% a/a) è stata più che compensata dallo sviluppo delle commissioni da gestione intermediazione e consulenza (+25% a/a). Con riferimento a queste ultime, il dato beneficia dello sviluppo dei volumi di collocamento sia dei prodotti di risparmio gestito sia di credito al consumo, grazie principalmente alle sinergie con le
società specializzate del Gruppo Crédit Agricole, tra cui Agos, Amundi, CA Assicurazioni e CA Vita".

Stato Patrimoniale - "Le masse totali intermediate superano i 135 miliardi di euro, con una crescita del +4,8%* rispetto a giugno 2016. I crediti verso la clientela al 30 giugno 2017 ammontano a 39,5 miliardi di euro, in crescita del +5% a/a. Tale trend è sostenuto sia dai mutui che si attestano a 23,4 miliardi (in particolare mutui casa alle famiglie - oltre 11.900 le erogazioni da inizio anno, +7% rispetto al primo semestre 2016) sia dalle altre forme di finanziamento destinate al sostegno delle imprese (+6% a/a). Lo sviluppo dei volumi è stato conseguito prestando continua attenzione alla qualità del credito. Risultano infatti in
riduzione l’incidenza sia dei crediti deteriorati netti sia delle sofferenze nette sul totale dei crediti verso clientela, rispettivamente pari al 6,9% e al 3,1% - grazie anche alla riduzione dei nuovi flussi di ingresso a deteriorato (-44% a/a). Contestualmente, risultano in miglioramento rispetto a fine 2016 anche i livelli di copertura dei crediti deteriorati (da 42,2% a 44,2%) e delle sofferenze (da 57,9% a 58,7%) . Il totale delle cessioni di NPL del semestre, inclusivo
della cessione in blocco perfezionata nel mese di giugno, ammonta a circa 100 milioni. Si segnala inoltre che sono in corso di finalizzazione ulteriori cessioni per circa 96 milioni di esposizione lorda. A giugno 2017 le masse totali di raccolta, pari a 96 miliardi sono aumentate del +4,8%* rispetto al primo semestre 2016, per effetto della crescita delle componenti di raccolta diretta (+8% a/a) e di risparmio gestito (+10% a/a). Lo sviluppo della raccolta diretta (che al 30 giugno 2017 si attesta a 41,2 miliardi di euro), è stato trainato dai conti correnti, le cui giacenze sono salite a 30,4 miliardi (+16,5% a/a), a dimostrazione della propensione della clientela verso forme di deposito più liquide. Con riferimento alla raccolta in titoli l’attività del Gruppo si è concentrata sull’emissione di Covered Bond che, grazie al crescente apprezzamento registrato sul mercato, consente di stabilizzare la raccolta su lunghe scadenze ed a costi vantaggiosi: nel 2017 il Gruppo ha collocato ulteriori 1,5 miliardi di obbligazioni bancarie garantite; lo stock di prestiti obbligazionari unsecured risulta invece in contrazione (-45% a/a): il contesto di tassi bassi porta la clientela a preferire prodotti con possibilità di maggior rendimento, in particolare prodotti di risparmio gestito".


Giovedì 3 agosto 2017 alle 11:45:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News